|

“Quell’arbitro festeggia lo scudetto della Juve su Facebook”

“Stamattina sono andato sul profilo Facebook di Maggiani e c’e’ lo scudetto della Juventus. Tutti sono liberi di tifare per qualsiasi squadra ma se vedo questo e penso a quello che e’ successo ieri in campo, il fatto che si sia fatto influenzare dai giocatori della Juve, ditemi voi cosa devo pensare”. Lo ha detto il presidente del Catania, Antonino Pulvirenti, intervenuto a “Radio anch’io Sport” su Radio1, parlando del guardalinee che ieri ha fatto annullare ai rossazzurri un gol regolare di Bergessio che avrebbe portato la squadra di Maran in vantaggio sui bianconeri. “Sono disorientato, non riesco piu’ a capire – aggiunge – Accettiamo gli errori degli arbitri, non abbiamo mai parlato ma quello che e’ successo ieri è sconcertante”.

MA PERO’ – C’è un ma, però. La risorsa su Facebook intestata a Luca Maggiani, in primo luogo, è una pagina fan e non un profilo. Quindi, a rigor di logica, potrebbe essere stata aperta da chiunque (anche da qualcuno che vuole prendere in giro l’arbitro), e non dalla giacchetta nera. Ecco comunque le due aggregazioni presenti in pagina insieme ad altre foto dell’arbitro:

LA SMENTITA – La pagina Facebook di Luca Maggiani tirata in ballo stamane dal presidente del Catania Antonino Pulvirenti e’ falsa. Lo precisa in una nota l’Aia che “ha ricevuto dall’assistente arbitrale della Can A Luca Maggiani attestato in cui egli precisa che la notizia secondo cui lo stesso sia titolare di un profilo personale o di una pagina sul social network Facebook e’ destituita di ogni fondamento”. “Al fine di tutelare l’integrita’ etica dell’arbitro e l’immagine istituzionale, l’Aia fa riserva di intraprendere le azioni legali piu’ opportune nei confronti degli autori dell’iniziativa mediatica, realizzata attraverso la suddetta piattaforma new media, e verso chiunque abbia diffuso e diffonda la notizia palesemente falsa mediante qualsiasi mezzo di comunicazione – si legge ancora nella nota – Analoga segnalazione viene inviata alla Procura Federale affinche’ accerti le responsabilita’ di soggetti eventualmente tesserati”.
Pulvirenti, intervenuto ai microfoni di “Radio Anch’io Sport” su Radio1, aveva rivelato di aver visto sulla pagina Facebook intestata a Maggiani lo stemma dello Juventus, la squadra favorita ieri dagli errori del guardalinee nella gara col Catania.

LEGGI ANCHE: Catania-Juventus, il goal annullato a Bergessio