|

L’allarme tsunami alle Hawaii

Il Centro allerta tsunami del Pacifico (Ptwc) ha lanciato l’allarme anche per le Hawaii, in seguito al violento sisma di magnitudo 7.7 che ha colpito la costa ovest del Canada. ”E’ stato generato uno tsunami potenzialmente distruttivo per le coste di tutte le isole dello Stato delle Hawaii. Sono necessarie azioni urgenti per mettere in sicurezza le persone e le proprietà”, afferma il Ptwc in un comunicato. L’arrivo della prima onda anomala alle Hawaii è previsto per le 22:28 ora locale (le 9:28 in Italia), specifica lo stesso centro d’allerta.

LA PRIMA ONDA – Una prima onda anomala ha colpito le Hawaii: a Makapuu, la spiaggia all’estremo est di Ohau, l’isola della capitale Honolulu, una prima onda ha raggiunto una altezza trentina di centimetri, e dopo si è ritirata per circa un metro.
Lo ha detto alla Hawaii News Now in diretta da Honolulu uno degli esperti del Pacific Tsunami Warning Center, Gerard Fryer.

Le prime onde, registrate su diverse spiagge e porti dell’arcipelago, sono state decisamente meno violente del temuto, ma le autorità non hanno ancora revocato l’allerta, nel timore di onde successive piú forti, che potrebbero raggiungere nel Hawaii anche soltanto nelle prossime ore. Intervistato da Hawaii News Now, il portavoce della contea di Maui, Rod Antone, ha confermato che è ancora troppo presto per dichiarare l’ ‘all clear’, cioè la fine dell’allerta. Secondo gli esperti, onde di 5 piedi (quasi un metro e mezzo) potrebbero raggiungere la spiaggia di Kahului (su Mahui), onde di quattro piedi (circa un metro e venti), quella di Hilo (su Big Island).

LA TERZA ONDA – La terza ondata di tsunami sta per colpire le coste delle Hawaii. La più alta è stata finora è stata di circa 60 cm e ha raggiunto una sola isola delle Hawaii, ma in generale l’altezza delle onde è stata inferiore al previsto. “Non siamo ancora fuori emergenza,” avverte però John Cummings, portavoce per la Gestione delle Emergenze Honolulu. “Stiamo ancora aspettando un evento distruttivo.”

REVOCATO – L’allarme tsunami nelle Hawaii è stato revocato. Il Pacific Tsunami Warning Center (Ptwc) ha annunciato cje ‘in base ai dati disponibili la minaccia dello tsunami è diminuita e passa al livello inferiore’, da ‘warning’ ad ‘advisory’, e ‘non ci si aspetta che possa aumentare’ di nuovo.

LO STREAMING VIDEO – Dopo che le sirene hanno iniziato ad ‘urlare’ in tutte le isole delle Hawaii a causa dell’allerta tsunami provocata da un forte terremoto in Canada, gli abitanti delle coste dell’arcipelago stanno evacuando le aree a rischio dirigendosi verso le aree collinose dell’entroterra. Secondo l’Honolulu Star Adviser online, il principale quotidiano locale, le prime onde anomale attese intorno alle 09:30 italiane (nelle Hawaii saranno circa le 22:30 di sabato), potrebbero raggiungere i 6 piedi, intorno ai 180 centimetri.

Hawaii News Now – KGMB and KHNL

L’EVACUAZIONE CONTINUA – Le aree piú a rischio, secondo la protezione civile locale, sono Hilo (su Big Island, sud dell’arcipelago), Kahului (su Maui), Haleiwa (su Oahu, dove si trova la capitale Honolulu) e Hanalei (su Kauai, a nord dell’arcipelago). Intanto, le autorità Usa hanno ridimensionato il primo allarme tsunami che riguardava il sud dell’Alaska e le Colombia britannica canadese, dopo il forte seisma che ha scosso l’area pacifica del Canada, con una magnitudo 7,7 sulla scala di Richter, nelle isole Queen Charlotte.
Una piccola onda anomala è stata registrata a Craig, in Alaska, ma è stata inferiore alle attese, circa 10 centimetri, e non ha provocato nessun danno. (ANSA)