|

Le cinque storie più raccapriccianti sulla guerra

Cracked ci presenta una serie di storie dimenticate relative a fatti di guerra ormai del passato ma che confermano, al di là delle simpatie dei singoli individui, come l’uomo sia in grado di sovvertire la propria natura lasciandosi andare a comportamenti che nulla hanno a vedere con la razionalità.

 

LEGGI ANCHE: Fukushima ha ancora paura

 

 

5 – LE FABBRICHE NAZISTE DI BAMBINI

Come si sa i nazisti avevano una specie di fascinazione per la cosiddetta razza ariana, considerata eletta e migliore di qualsiasi altra. Per questo motivo vide la luce il progetto Il Progetto Lebensborn (Progetto Sorgente di Vita) avviat0 dal gerarca nazista Heinrich Himmler per realizzare le teorie eugenetiche del Terzo Reich sulla razza ariana. Nei territori occupati vennero aperte “case per le madri” dove venivano accolte ragazze madri dotate dei “geni” giusti per partorire anonimamente e poter poi ritornare nei paesi d’origine. Di fatto un rapimento mascherato. Questo sistema però non era considerato sufficiente, quindi le Ss iniziarono a rapire bambini dalle famiglie o dagli orfanotrofi. Senza dimenticare i piccoli rimasti soli dopo la morte dei genitori nei campi di concentramento. Bastava avere gli occhi azzurri e i capelli chiari.