|

La multa da 39 euro per “finestrino aperto”

Lo racconta il quotidiano toscano il Tirreno: ieri pomeriggio i vigili di Montecatini, in via Bainsizza, hanno multato un automobilista per aver lasciato il “finestrino a perto” e non aver preso, quindi, tutte le cautele per evitare i ladri. (Foto da Il Tirreno)

 

 

LEGGI ANCHE: Il mondo s’indigna per l’esponente PdL che fora le gomme al disabile

 

SANZIONE INCONSUETA – Si legge sul verbale:

“Perché non attivava tutte le cautele per evitare che il veicolo non fosse utilizzato senza il consenso del proprietario. Lasciava il veicolo con un finestrino aperto, in modo da consentire l’apertura dall’esterno”.

La vittima della sanzione si chiama Giuseppe Ranaudo, italo-canadese, maitre all’Hotel Torretta. L’automobilista, che ha già pagato la multa al comando dei vigili, racconta:

“Ho solo chiesto se il codice prevedeva una contravvenzione del genere perché non mi era mai capitato di sentire che si facevano le multe per finestrini abbassati”.

MERAVIGLIATO – Ranaudo dice di aver lasciato la sua Mercedes Classe C davanti casa e di essersi poi allontanato per fare la spesa:

“Forse sono arrivati quando ero assente. Al comando mi hanno detto che i vigili avevano suonato il campanello per avvertirmi del finestrino aperto. Quando sono sceso ho visto la multa e mi sono meravigliato”.

E ancora:

“Avevo lasciato inavvertitamente aperto il finestrino posteriore destro e non pensavo fosse una colpa da punire con una multa. Ho imparato anche questo, ma non ho voluto fare polemiche”.

 

LEGGI ANCHE: