La lezione dell’Odissea all’amatriciana

21/09/2012 - di

La lezione dell'Odissea all'amatriciana

E le leggi. E i regolamenti. E la doppia lettura. E la prossima legislatura. E con comodo, perché non è quello il problema. Il coro di elogi che la politica (soprattutto PdL, ma il discorso a parti invertite varrebbe anche per il Pd) sta intonando al consiglio regionale del Lazio – nel giorno in cui l’assemblea della Pisana ha approvato all’unanimità la soppressione delle tre commissioni speciali e il dimezzamento di quelle permanenti (che passano da 16 a 8), insieme all’azzeramento dei i trasferimenti al consiglio e all’accorpamento di due Asl – fa capire che il re è nudo. E non è nemmeno un bello spettacolo.

Perché a questo punto è evidente che tutte le storie che venivano raccontate quando a chiedere celerità d’intervento nel taglio dei costi della politica erano appunto favole; se c’è bisogno – e quando si rischia di perdere una regione importante come il Lazio, c’è bisogno – il legislatore sa fare in modo di correre, in barba a burocrazia e discussioni.

Non che chi ha assistito meravigliato al decreto legge su Eluana, qualche tempo fa, non se ne fosse già accorto da un pezzo. Ma adesso è chiaro per tutti che quando si comincia a sentire il tintinnar di forconi – quello di manette non fa più paura a nessuno, ormai – allora la politica sa mettersi da sola il pepe nel deretano. E decidere, per non decedere. Ora bisognerebbe esortare anche i parlamentari a fare la stessa cosa. Ma purtroppo è impossibile: c’è chi preferisce che muoia Sansone con tutti i piagnistei. E l’impressione, per ora, è che nel 2013 succederà proprio questo.

3 Commenti

  1. laura scrive:

    Polverini non è sicuramente colpa tua…ma di chi ti ha votato e permesso di diventare presidente…e volevi chiudere la santa lucia ma ti devi solo vergognare te e tutti quei cialtroni tuoi colleghi…fate schifo….aumenta il bollo e l’addizionale regionale …patetica e fallita.

  2. Mi sa che il padrone dovrà invitarla ad Hardcore anche se è un cesso. Coraggio cameratessa, tubino o camicia sempre nero è!

  3. mafiaspaghetti scrive:

    Il sistema di leggi salva-ladri costruito dalla Banda Berlusconi negli ultimi 15 anni (in virtù del patto con gli “amici” tuttora in vigore dal 1994) è ancora pressochè intatto.
    Il ddl anti-corruzione, già largamente insufficiente, giace impantanato in parlamento. E come per miracolo, gli italioti se ne sono già dimenticati, avendo la memoria di un criceto.

    Questo è il risultato

    http://www.youtube.com/watch?v=uo4HBCKdQB0&feature=youtu.be

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie

Jean-Claude Juncker , EMMANUEL DUNAND/AFP/Getty Images

L’UE e il piano da 300 miliardi di Juncker

19:42 Il presidente della Commissione ha promesso un'importante mole di nuovi investimenti per stimolare la crescita. I vincoli del bilancio comunitario, le regole di contenimento del debito e il credito a tripla A concesso dalla Banca europea degli investimenti rendono però quantomeno dubbia l'efficacia delle idee finora illustrate dall'esecutivo comunitario. CONTINUA