“Quel prete difende i terroristi”

21/09/2012 - di

Padre Paolo Dall'Oglio attaccato dal ministero siriano degli Esteri

"Quel prete difende i terroristi"

Padre Paolo Dall’Oglio, il gesuita italiano che ha vissuto 30 anni in Siria prima di essere espulso a giugno dalle autorita’ di Damasco, sta promuovendo “una campagna d’informazione intensiva pagata da alcune parti, con la quale attacca la Siria e giustifica le operazioni terroristiche commesse dai gruppi armati e dalle forze jihadiste, salafite e takfiriste, tra cui l’organizzazione di al-Qaeda”.

LEGGI ANCHE: Il gesuita attivista cacciato dalla Siria

LA NOTA –  E’ quanto si legge in una nota diffusa dal ministero siriano degli Esteri, che sottolinea come il religioso abbia “assistito nei 30 anni in cui ha vissuto come ospite della Siria a tutti i progressi realizzati dal Paese in ambito politico, economico e sociale”, ma nonostante questo “sta facendo il tour di alcuni Paesi per incontrare responsabili e media” ai quali rilascia “odiose dichiarazioni” sulla situazione in Siria.

ALLONTANATO - Iniziative queste, aggiunge la nota, che dimostrano come padre Paolo non tenga conto della “decisione presa dalle autorita’ ecclesiastiche siriane competenti, le quali avevano allontanato la persona in questione poiche’ era uscito dai suoi incarichi religiosi per intromettersi nella vita interna siriana a favore dei gruppi terroristici, fatto questo confermato dalle dichiarazioni successive di Dall’Oglio, nelle quali chiede di imporre una no fly zone sulla Siria fuori dal contesto del Consiglio di Sicurezza dell’Onu, ponendosi in questo modo nella trincea dei nemici della Siria”. Il comunicato mette poi in evidenza che il gesuita, fondatore della comunita’ di Mar Musa, vicino Homs, “presta un servizio gratuito ai nemici della Siria, fatto questo contrario a tutti i principi morali predicati dalle religioni rivelate”.

(Paz/AKI)

LEGGI ANCHE:

 

4 Commenti

  1. Pierpaolo scrive:

    Persona equivoca, in contrasto con le proprie autorità religiose, ma sponsorizzato dai contras.
    Maggiormente autorevole è l’Arcivescovo siriano Hilarion Cappucci.

  2. tuono scrive:

    Pierpaolo… infatti tutti i sacerdoti non sono tanto diversi dai terroristi, basta elencare tutte le loro zozzerie, gli omicidi, e truffe, tutto nel nome di Dio che hanno protratto da 20 secoli, é evidente che loro non sono tanto diversi, bensí sono diventati piú diplomatici, sotto copertura dell´abito talare e con l´aiuto di alcuni politici.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie

Jean-Claude Juncker , EMMANUEL DUNAND/AFP/Getty Images

L’UE e il piano da 300 miliardi di Juncker

19:42 Il presidente della Commissione ha promesso un'importante mole di nuovi investimenti per stimolare la crescita. I vincoli del bilancio comunitario, le regole di contenimento del debito e il credito a tripla A concesso dalla Banca europea degli investimenti rendono però quantomeno dubbia l'efficacia delle idee finora illustrate dall'esecutivo comunitario. CONTINUA