|

Cosa si nasconde sotto Villa Certosa

La Repubblica, a firma Paolo Berizzi, torna a Villa Certosa grazie all’aiuto di Antonello Zappadu, il quale ha pubblicato sul suo blog le fotografie relative al tunnel sottomarino con tanto di grotta d’approdo nella pancia della villa.

 

LEGGI ANCHE: Berlusconi cade in Sardegna (e si lussa spalla e polso)

 

LAVORI NECESSARI – Si può notare una specie di “uscita di sicurezza” scavata nella roccia, per fuggire in caso di attentati, tra luci a effetto, mosaici da impero romano, scale e passerelle. Sono le immagini dell’ultimo segreto di villa Certosa. Berlusconi, nel 2004, disse che questi lavori si resero necessari dietro richiesta dei Servizi Segreti a seguito delle 38 minacce di morte ricevute in quegli anni.

CHI HA DATO I PERMESSI? – Dalle foto è visibile sia la grotta sia la partenza della galleria verso il mare di fronte a Punta Lada. Il bacino è caratterizzato dalla figura di Poseidone mentre i bordi sono incastonati nella roccia, con faretti a led per l’illuminazione subacquea multicolore, e scale e passerelle dal tunnel dalla villa. Zappadu oggi vive in Colombia e dal Sudamerica si chiede quali concessioni siano state ottenute per scavare sotto gli scogli con una probabile alterazione dei fondali con i mosaici. Probabilmente tutto è stato reso possibile grazie allo status strategico della residenza nel 2004.

LEGGI ANCHE: