|

Cosa succede quando ti colpisce un fulmine

Il corpo umano non è in grado di tollerare scariche elettriche forti come quelle di un fulmine eppure alcuni sono sopravvissuti. Scopriamo cosa succede.

LEGGI ANCHE: Il fulmine che ti colpisce proprio là

IL CASO – Gli esseri umani sono dei buoni conduttori, la durata di un fulmine è di circa mezzo secondo e si genera una tensione di 300kV, seguono ustioni e rottura di vasi sanguigni: il calore può distruggere anche gli abiti. L’effetto aumenta se si ha addosso un oggetto metallico.

 

CONSEGUENZE – Se si sopravvive al passaggio di un fulmine il ritmo del cuore può uscirne sconvolto, il ritmo alterato e nei casi peggiori può esserci l’arresto cardiaco: uno su dieci muore proprio per questo, lo segnala una ricerca svolta tra il 1981 e il 2010. Tra il 2001 e il 2010 la media dei morti è scesa dai 54 l’anno a 39, insomma il 90% delle vittime sopravvive ma a un prezzo molto alto.

SOPRAVVIVERE – “Spesso le persone sono colpite in modo non diretto attraverso la diffusione dal suolo, da un albero, un palo o dall’acqua ma quando colpisce direttamente la persona lo sbalzo di tensione è enorme”. Come resiste il corpo? “Il corpo viene protetto dallo strato di grasso. Le vittime di fulmini soffrono di brutte ustioni alla pelle” ha detto il professore di Neurologia Berthold Schalke dell’Ospedale di Ratisbona. “Le lesioni da fulmine possono essere varie, le più complicate riguardano problemi cardiovascolari e neurologici: alcuni restano in coma. I sintomi immediati possono essere aritmia cardiaca, perdita dei sensi, perdita di memoria, disturbi del sonno, convulsioni e ovviamente tanto dolore” ha riferito la dottoressa Elisabeth Gourbière.

 

LEGGI ANCHE: 

(Photo Credit/Getty Images/20 Minuten)