Gli effetti più strani di questa calda pazza estate

29/08/2012 - di

Gli effetti più strani di questa calda pazza estate <1>

Tutte le foto <1>

Gli effetti più strani di questa calda pazza estate

Vedi foto

    SCOPRI >>

    Nell’attesa che l’aria si rinfreschi con Poppea, The Chive ha raccolto le conseguenze delle alte temperature: ecco la reazione di uomini, animali e oggetti all’estate.

    guarda le immagini:

     

    (Photo Gallery/The Chive)

    1 Commento

    1. ---------------------- scrive:

      E’ imppossibile che fondano i metalli, sarebbe un luogo invivibile..
      Le foto delle candele sono vere, è successo anche a me ma del bicchiere e della piscina no, perchè quando un oggetto contiene del liquido non scoppia/brucia/scioglie

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

    Ultime Notizie

    Pse e Pse francese guidato da François Hollande e Manuel Valls

    La sinistra europea e l’incubo 25%

    19:11 Le maggiori formazioni legate al Pse attraversano un periodo di crisi o aperte difficoltà, con l'eccezione del PD in Italia. La Spd non è capace di riprendersi dalle due sconfitte di 2009 e 2013, i socialisti di Hollande e Valls collezionano solo passi falsi dopo la vittoria del 2012. Nelle due più importanti elezioni del 2015, in Regno Unito e in Spagna, laburisti britannici e socialisti iberici scontano l'affermazione di formazioni populiste come Ukip e Podemos CONTINUA

    ConfindustriaSicilia

    Mafia, le ombre su Confindustria Sicilia

    18:48 Dai codici etici e i proclami contro Cosa Nosta, alle inchieste. Dopo il caso del presidente Montante, indagato, "Repubblica" ricorda altri scandali. Compresa l'inchiesta che coinvolge il capo dei costruttori siciliani, Ferlito, per il quale è stato richiesto il rinvio a giudizio CONTINUA