|

Ecco quali sono i lavori più richiesti

La crisi c’è e si fa sentire, il lavoro è difficile da trovare e il reddito è basso: questa è la condizione più diffusa che attanaglia giovani e meno giovani. Quali sono le professioni più richieste?

LEGGI ANCHE: Monti vede la fine della crisi

L’INDAGINE – Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti” pone l’attenzione sulla richiesta: sapere di chi si ha bisogno può aiutare a snellire il difficile momento? Sicuramente può facilitare il compito. Come si ottiene il quadro generico? Basta osservare gli annunci dei profili di lavoro più richiesti: l’indagine ha tenuto conto delle domande apparse sul portale lavoro.org.

I PIU’ RICHIESTI – Le professioni più richieste riguardano l’abilità nella vendita per un totale di oltre 5 mila annunci di offerte per “venditori” di tabacchi, assicurazioni, elettromedicali e così via. Al secondo posto, un settore sempre più in voga: quello informatico, si richiedono: programmatori, sistemisti, grafici, web master, consulenti ed altro. Gli ingegneri si trovano al terzo posto e al quarto troviamo i metalmeccanici: le tipologie professionali più richieste sono gli assemblatori, carpentieri, montatori, operai generici, collaudatori, manutentori oltre ad altre figure più specifiche.

DATI ALLA MANO – Tra gli altri profili professionali la classifica conta a seguire gli addetti alla vendite, area manager, elettricisti, magazzinieri, commessi e camerieri. Agli ultimi posti e quindi tra le categorie meno ricercate, troviamo: controller, capi reparto, parrucchieri, insegnanti, avvocati, custode care, receptionist e cuochi. Per quanto concerne l’offerta per categorie generiche, la prima posizione è per lavoro commerciale e agenti procacciatori; a seguire informatica; amministrazione, segreteria e direzione; banche, assicurazioni e finanziamenti; commercio, grande distribuzione e dettaglio; risorse umane e formazione. Sul fondo della classifica delle categorie generiche lavorative, troviamo architettura; immobiliare; ricerca e sviluppo; telelavoro e lavoro da casa. Un dato sorprendente è quello della categoria lavorativa delle badanti e colf, che chiude la graduatoria con sole 3 offerte di lavoro nonostante il periodo estivo.

LE CITTA’ – Milano è al vertice della classifica della città che offrono lavoro: 4mila offerte, praticamente il doppio di quelle offerte da Roma. Seguono Torino e Bolzano con 1.300, Bologna 1.200, Modena 1.110, Bergamo 1.000. La medaglia nera spetta a Pavia, Bari, Pesaro, Lucca e Arezzo con poco più di 200 per ciascuna. In particolare, l’indagine evidenza l’assenza di importanti realtà territoriali quali Palermo, Messina, Catania, Reggio Calabria, Cosenza e, più in generale, molte grandi città del sud Italia.

LEGGI ANCHE:

(Photo Credit/Getty Images)