|

“Il sesso con una donna che dorme non è stupro”

E’ decisamente la settimana delle “stupidaggini sulla violenza sessuale” a danno delle donne. Ieri e l’altroieri è stato il momento di Todd Akin, parlamentare repubblicano del Missouri che ha sostenuto una vecchia tesi in auge presso la destra conservatrice americana: se c’è stupro, raramente la donna resta incinta.

 

LEGGI ANCHE: “Lo stupro è un crimine, sempre”

 

COSE CHE CAPITANO – Il Village Voice ci racconta di questo parlamentare inglese che è andato, è il caso di dirlo, un tantino oltre. E afferma che fare sesso con una donna che dorme, in effetti, non può essere definito stupro: lui si chiama George Galloway ed è deputato per il Respect Party, raggruppamento di estrema sinistra, eletto nel collegio di Bradford Ovest. Commentando il caso di Julian Assange, Galloway afferma che, certo, non sarebbe davvero buona educazione ma che, in fondo, non è che bisogna chiedere “sempre”. Vediamo l’analisi del caso Assange secondo Galloway: “Prendiamo la donna A. La donna A incontra Assange, lo invita nel suo appartamento, gli serve una cena, ci va a letto e ci fa sesso, consensuale. Poi afferma di essersi svegliata perché lui stava di nuovo facendo sesso con lei. Può succedere, sapete”.

MALEDUCAZIONE – E vediamo il Galloway-pensiero: “Intendo, non è che bisogna chiedere prima di ogni inserimento. C’è chi crede che quando vai a letto con qualcuno, ti togli i vestiti e fai sesso, poi ti addormenti, bé, sei già nel sex game con loro. E di certo è maleducazione se non l’ha svegliata e non le ha chiesto “ti secca se lo rifaccio?”. Sarebbe stata cattiva educazione sessuale o qualcos’altro, ma non stupro”. Altrimenti, aggiunge, il significato della parola “va a gambe all’aria”.

 

LEGGI ANCHE: