|

L’atleta calva che non ha paura del mondo

Fin dai tredici anni soffre di una importante forma di alopecia che l’ha resa completamente calva. Certo, ha un’intero armamentario di parrucche a sua disposizione, ma questo non vuol dire che abbia voglia o intenzione di nascondersi: soprattutto dopo aver vinto l’oro olimpico a Londra 2012 nella disciplina del ciclismo da corsa. Lei si chiama Joanna Rowsell ed è salita sul podio senza casco e senza parrucca.

 

LEGGI ANCHE:  Chi sono le prime atlete saudite delle Olimpiadi –Foto

 

SENZA CASCO – Per moltissime donne al mondo è già diventata un modello, perché l’alopecia femminile è una realtà e non tutte hanno la forza per prenderla con la giusta serenità.

“Da un certo punto di vista il discorso era ‘è quello che sono’. Sono scesa dalla bici e mi sono tolta il casco, e sono io, e basta. Sapevo che sarebbe stata una presa di posizione”, dice al Daily Mail, “ma non mi ero prefigurata la dimensione della reazione”. I commentatori hanno evidenziato il suo coraggio, mentre il suo sito internet è stato letteralmente “inondato di messaggi da parte di soggetti con l’alopecia che la ringraziavano per quello che aveva fatto”.   Alcune mamme l’hanno ringraziata per il modello che aveva proposto: “Questa mamma mi ha scritto che la figlia aveva l’alopecia e se ne preoccupava tantissimo, ma mi ha scritto che si sente più serena riguardo il suo futuro. Storie come questa mi fanno pensare che ne valeva la pena”.

UN MODELLO – Joanna racconta al Daily Mail la sua storia di adolescente colpita da alopecia, una storia molto difficile fatta di persone che la guardavano nei negozi, mentre passeggiava, perché già adolescente i suoi capelli erano andati letteralmente Ko. Prima il rifiuto e la disperazione per la sua condizione, poi il tuffo negli studi per non pensarci, infine la scoperta del ciclismo: gli sherpa del British Cycling Team l’hanno scovata nella sua scuola nel Surrey, videro il suo tempo promettente da adolescente e le proposero di iniziare un percorso. Ora Joanna è serena, afferma di avere dieci parrucche che cambia in base a come si sente giorno per giorno. Ed è diventata un modello.

LEGGI ANCHE: