|

“L’Everest? Non è il monte più alto del mondo”

Il monte più alto del mondo è quello che più svetta sul livello del mare o no?

IL POLEMICO  – Ken Jennings sostiene che il titolo di montagna più alta vada al vulcano Chimborazo, in Ecuador. Secondo il ragionamento seguito dall’autore, un noto scrittore di viaggi di viaggi e turismo, il Chimborazo sarebbe la vetta più alta in quanto si trova alla maggiore distanza dal centro della terra, che non è una sfera perfetta, ma che essendo schiacciata ai poli, offre all’Equatore la massima estensione del suo raggio, permettendo così al Chimborazo di fregiarsi del titolo.

 

LEGGI ANCHE: Una valanga sul Monte Bianco uccide sei persone

NON E’ UNA SFERA – In realtà l’affermazione è abbastanza peregrina e non solo perché le montagne si misurano convenzionalmente calcolando la loro altitudine sul mare, ma soprattutto perché la misura della distanza dal centro della terra non sarebbe di alcuna utilità a chi vive sulla sua superficie, sarebbe utile infatti solo a fare confusione e ad aumentare l’altezza dei monti mano a mano che si avvicinano all’equatore, con il paradossale risultato di quotare sottozero alcuni rilievi montuosi in prossimità dei poli, dove la superficie dista dal centro della terra più di 21 km in meno che all’Equatore.

TUTTO E’ RELATIVO – Usando altri riferimenti, come la distanza tra la base e la cima, il titolo toccherebbe invece al vulcano hawaiano Mauna Kea, che svetta dalla sua base sul fondo del mare per 10 kilometri, molto di più dei 4.000 metri che separano l’Everest dalla sua base, piantata ben in alto sulla catena himalayana.

 LEGGI ANCHE: