|

La storia dei loghi famosi

Mcdonalds? Iniziò senza la grande M dorata. Microsoft? Un logo disco-anni 80. Algida? Niente cuore (qualcuno se lo ricorda). Firefox? Un grosso uccello, una fenice. Niente volpe. E Apple? Iniziò con Isaac Newton, prima di diventare una mela morsicata. E così Nintendo, la Lego: come sono cambiati i loghi delle aziende più famose al mondo? Ce lo illustra il Daily Mail.

LEGGI ANCHE:  Come funziona un ristorante McDonald’s

 

COSI’ SI CAMBIA – Iniziamo dalla casa di Cupertino. Nel 1976 il figlio della fantasia di Steve Jobs, Steve Wozniak e Ronald Wayne ebbe il simbolo di un Isaac Newton pensante, con la caratteristica mela. Piano piano il logo diventò una grande mela colorata, fino a diventare di colore argenteo come oggi vediamo.

“Il famoso barbecue di McDonald’s” ebbe un logo molto, molto dimesso fino a che l’agente del marketing Ray Croc non si unì all’azienda nel 1955, ridisegnando un marchio che ha fatto la storia.

Alla Microsoft tutto iniziò con un logo molto in stile “Anni 80” – d’altronde era proprio quello il periodo in cui Bill Gates si mise a lavorare nel suo garage di casa – per diventare solo in seguito il logo nero che conosciamo.

La Nintendo fu fondata in Giappone nel 1889 come società che produceva carte da gioco. Non fu fino agli anni ’70 del secolo successivo che si impegnò nel mercato che l’ha resa famosa: quello dei video games.

GLI ALTRI – Ed ecco come sono cambiati i loghi della Lego, di Mozilla Firefox, e della marca di gelati più nota al mondo, in Italia Algida. Qualcuno li ricorderà.

 

LEGGI ANCHE: