|

Sara Tommasi si perde in autogrill

Il Corriere Fiorentino ci racconta le ultime novità su Sara Tommasi. Cioé, per modo di dire visto che non sembra esserci molto di nuovo:

«Eravamo in auto, all’altezza dell’autogrill di Lodi quando Sara mi ha chiesto una sosta per andare in bagno – racconta Federico De Vincenzo, il manager che ha prodotto e firmato la regia del primo film porno della Tommasi –. Il tempo di andarle a prendere delle salviette umidificate ed è scomparsa».

Dalla chiesa ai porno, le metamorfosi di Sara Tommasi




La storia va avanti per un bel po’:

«Sì sì, ho avvertito anche la polizia stradale. L’ho recuperata qualche ora più tardi nell’autogrill il vicino a Parma. Mi ha detto di esserci arrivata grazie al passaggio di un camionista». A questo punto, De Vincenzo diventa serio, e con lo sguardo basso dice: «Era in condizioni pessime, e ha scelto di restare a casa di un amico. La Tommasi non sta bene né fisicamente, né psicologicamente».

Ecco la locandina dello spettacolo a cui la Tommasi doveva presenziare:

E questa è la presentazione dell’ormai perso spettacolo:

“Ci auguriamo che quello di questo sabato possa essere uno show ricco di sensualità dove la protagonista condivida spontaneamente e con autoironia una seppur estrema scelta personale di spettacolo. In oltre otto anni di attività non è la prima volta che il nostro locale ospita eventi di rilevante interesse mediatico. Tra tanti si ricordano il compleanno di Ilona Staller “Cicciolina” nel 2008, lo show di Eva Henger, Franco Trentalance ospite per la presentazione del suo libro e soprattutto il talk show sull’enigma attorno alla morte di Moana Pozzi nel 2007, con Riccardo Schicchi e l’ex marito. In questo caso, in virtù del “polverone” sollevato sull’uscita del film, abbiamo tenuto a precisare che il messaggio apparso sul nostro sito web voleva prendere le distanze non dalla pellicola hard, ma dalla polemica che stava gravitando attorno allo stessa, dato che ha visto appunto mettere in dubbio la volontà della protagonista nel prenderne parte. A parte questo, l’uscita del film farà il suo corso, ed entro pochi giorni sapremo la verità. A noi interessa solo che il nostro pubblico possa assistere ad uno spettacolo di sano erotismo, facendo fede ad un regolare contratto sottoscritto dalle parti. Rimarchiamo quindi – senza ipocriti moralismi – tutta la nostra curiosità nell’ospitare una performer non proprio “canonica” come Sara Tommasi, appartenente senza dubbio più alle sfere dello showbiz televisivo che al mondo dell’eros. Il nostro più grande in bocca al lupo va quindi a Sara, perché possa esibirsi in tutto il suo splendore in questa “prima” fiorentina, negli inediti panni di sexy star”.