|

I messaggi di addio di 13 vip suicidi

Anche i ricchi e vips piangono: e spesso, non riescono a sconfiggere il male di vivere che hanno dentro. Ma per spiegare il gesto che ci ha privati del loro genio, talvolta, lasciano due righe per chi avrà voglia di leggerle. Ecco quelle di 13 suicidi importanti che hanno segnato la storia, ognuno nel suo campo.

Frances e Courtney, Sarò al tuo altare altare. Per favore Courtney, tira avanti, per Frances, per la sua vita perché la sua vita sia molto più felice senza di me. TI AMO. TI AMO.
Kurt Cobain, musicista 8 Aprile 1994

– “Arrivederci a tutti!”
Le ultime parole saltando dalla nave da crociera Orizaba (il suo corpo non fu mai più ritrovato)
Hart Crane, poeta, 27 April 1932

– “Ai miei amici. Il mio lavoro è fatto. Perché aspettare?
George Eastman, inventore, 14 March 14, 1932

– Quando tutto l’utile è esaurito, quando si è sicuri di una morte inevitabile e imminente, è il più evidente diritto umano scegliere una morte rapida e semplice al posto di una lenta e dolorosa.
Charlotte Perkins Gilman, scrittrice, 17 agosto 1935

– ” E ora, in linea con la politica di Canale 40 di portarvi sempre le ultime notizie sanguinose a colori, state per assistere a un’altra esclusiva, un tentativo di suicidio..
Chris Chubbuck, che è riuscito nel tentativo il 15 luglio del 1974

– Non preoccuparti, non è carica
Terry Kath, musicista rock, morto il 23 gennaio 1978 mentre giocava alla roulette russa

– Hanno provato a uccidermi, li ho preceduti!
Vachel Lindsay, poeta, 4 Dicembre 1931

– Deve finire. Non c’è rimasta speranza. Sarà in pace. Nessuno ha niente a che fare con questo. La mia decisione è definitiva.
Freddie Prinze, comico, 29 gennaio 1977

– Caro mondo, ti sto lasciando perché sono annoiato. Mi sento di aver vissuto abbastanza. Ti sto lasciando senza preoccupazione in questa dolce vasca. Buona fortuna.
George Sanders, attore inglese, 25 aprile 1972

– “Il campionato è finito.” Niente più giochi, niente più bombe. Niente più comminate. Niente più divertimento. Niente più nuoto. 67, sono 17 anni oltre i 50,. 17 di più di quelli di cui avevo bisogno e volevo. Noioso. Sono sempre stronzo. Non diverto nessuno. 67. Stai diventando avido. Recita la tua vecchiaia. Questo non farà male.
Hunter S. Thompson, author, 20 febbraio 2005

– A Harald, possa Dio perdonarti e perdonarmi, ma preferisco togliermi la vita insieme al nostro bambino, prima di mostrarlo con vergogna o di ucciderlo, Lue.
~~ Lupe Velez, attrice, 23 dicembre 1944

– Non credo che le persone debbano togliersi la vita senza profonda e attenta riflessione durata un lungo periodo di tempo.
Wendy O. Williams, artista punk rock , 6 aprile 1998

– Sono sicura che diventerà matta ancora. Sento che non possiamo attraversare un atro di questi brutti periodi. E che non mi riprenderi questa volta. Comincio a sentire le voci.
Virginia Woolf, scrittrice 28 marzo 1941

 

LEGGI ANCHE: