|

Il suicida che sopravvive alle cascate del Niagara

Un uomo è riuscito a sopravvivere alla furia delle cascate del Niagara, e grazie ad un incredibile buona sorte è stato salvato dopo un tentativo di suicidio. Il tuffo deliberato nelle note cascate al confine tra Stati Uniti e Canada non è stato letale, uno dei pochissimi casi di sopravvivenza che si ricordano alle Niagara Falls.

TENTATO SUICIDIO – Un uomo le cui generalità non sono state diffuse ha provato ad uccidersi gettandosi nelle cascate del Niagara, ma è incredibilmente sopravvissuto ad una caduta di circa sessanta metri nel famosissimo salto d’acqua nordamericano. La persona era salito sopra una protezione che si trova in una delle tre cascate del complesso, Horseshoe Falls (Cascate del ferro di cavallo), e si è deliberatamente gettato nella caduta del fiume Niagara. Il fatto è avvenuto a metà mattina, e dopo pochi minuti le autorità sono state avvertite del fatto. Il corpo dell’uomo è ricomparso in un bacino d’acqua vicino ad una piattaforma di osservazione. “Quando ci siamo avvicinati e abbiamo sentito il battito del cuore non ci volevamo credere”, ha raccontato uno dei soccorritori, Dan Orescanin. La persona che aveva provato a suicidarsi si era avvicinato da solo alla sponda, grazie anche alla spinta della corrente. “Se fosse caduto in mezzo alla corrente principale del fiume, non sarebbe sopravvissuto”.

 

LEGGI ANCHE: Quello che si suicida in chiesa

 

SALVEZZA MIRACOLOSA – Quando i soccorsi sono arrivati l’uomo era conscio,  pieno di ferite – costole fratturate, pneumotorace – ma non a rischio della vita, almeno così è stato il primo giudizio dei medici che l’hanno visitato nell’ospedale di Hamilton, città canadese che si trova poco distante dalle Cascate del Niagara. La persona, che dovrebbe avere un’età di circa quarant’anni, è una delle pochissime ad essere sopravvissute alla furia dell’acqua.  I soccorsi sono stati molto difficoltosi, ed hanno impegnato molti uomini, come si può vedere nel video qui pubblicato. In epoca recente ci sono solo tre casi, citati da Associated Press, di uomini che non sono affogati dopo essere caduti nelle Cascate del Niagara. Nelle prossime settimane è prevista un’esibizione di uno stuntman Nik Wallenda che vuole camminare su un filo sopra la caduta d’acqua.

 

 

LEGGI ANCHE: