Donne che cambiano il mondo

di - 17/05/2012 - Dall'Egitto all'Afghanistan storie di ragazze disposte a tutto pur di raggiungere la libertà

Donne che cambiano il mondo <1>

Tutte le foto <1>

Donne che cambiano il mondo

Vedi foto

    SCOPRI >>

    Il Guardian ci porta in Afghanistan per farci capire di cosa è capace una donna regista, sceneggiatrice e attrice in un Paese a vocazione maschilista.

    LIBERTA’ - Saba Sahar, questo il nome della donna, gestisce la troupe con professionalità ed efficacia, e gli uomini al suo comando eseguono senza fiatare. E’ cambiato molto a Kabul in 14 anni. Nel 1998 i talebani avevano ordinato l’oscuramento di ogni finestra della capitale così che le donne non potessero essere viste dall’esterno. Oggi invece Saba può lavorare in tacchi a spillo sfoggiando il suo sguardo e il piercing al naso. Anziché il burqa, preferisce uno scialle che le copre la testa e dei larghi occhiali.

    POLIZIOTTA INCORRUTTIBILE - Saba è alla sua sesta produzione. La sua attività fa da contraltare al tasso di alfabetizzazione femminile, pari solo al 12 per cento della popolazione. Ora è impegnata nella realizzazione di un telefilm con protagonista la polizia afghana. La donna è anche attrice, impegnata nel ruolo di un poliziotto incorruttibile che combatte il terrorismo in un mondo dominato dai maschi. Una produzione molto “american style”, con calci volanti, vittime trasportate sulle spalle, giri in motocicletta con tanto di pistole in mano.

    Guarda le immagini:

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

    Ultime Notizie

    (Roberto Monaldo-Lapresse)

    Riforme, “manovra a lumaca” al Senato

    18:57 Le opposizioni hanno deciso di alzare le barricate praticando un ferreo ostruzionismo nei confronti del provvedimento di riforma costituzionale al voto a Palazzo Madama. In un giorno solo due voti. Malumore su Grasso dal Pd, e lui va da Napolitano CONTINUA