|

I letti più belli che abbiate mai visto

Il Corriere della Sera dedica due pagine al letto e a come stia cambiando il design d’arredamento intorno a questo oggetto:

 

Sono passati oltre 60 anni, la stanza più privata della casa è cambiata eppure oggi il design «riscopre» il letto, anzi la testata, in una chiave simile in bilico tra sogno e realtà. Una doppia anima che rispecchia l’evoluzione di questo luogo prima appartato, ora scenario flessibile in base ai nuovi stili di vita. E trasforma il letto in un arredo multifunzione per una camera diventata una reale alternativa al soggiorno. Dove leggere, guardare la tv ma persino lavorare ricavandosi un punto di appoggio per pc portatile e iPad. Nessun modello «attrezzato» stile grand hotel ma nemmeno funzionalità nascoste a favore di un nuovo rigore: i letti 2012 sono pratici ma poetici, comodi ma soprattutto invitanti. Basta guardare Mariposa di Adele-C, una testata sognante in metacrilato blu sostenuta da una mensola illuminata a led con due tavolini: «Si accosta a una semplice base conmaterasso ed ecco un letto che sembra un cielo notturno, dallo spirito un po’ metafisico », spiega Adele Cassina, titolare del marchio e ideatrice del pezzo. Un’isola luminosa. La stessa impressione che dà Essentia di Flou, risultato invece di un preciso studio funzionale: «L’idea di partenza è stata una struttura semplice, di pochi elementi, compatta e facilmente riciclabile», spiegano Nicolò Bressan e Sara Passalacqua dello studio ThesiaProgetti, «nelle case piccole di oggi non è sempre facile trovare spazio per letti da 2 metri e 40.

Qualche esempio tratto dal quotidiano: