|

Cellulari, le tariffe da scegliere nella giungla dei prezzi

Tra gli operatori di telefonia mobile è sfida fino all’ultimo centesimo per conquistare un cliente in più. La vasta gamma di tariffe, opzioni tariffarie e promozioni ideate dalle compagnie per rispondere alle diverse esigenze mette gli utenti di fronte ad un’altrettanto estesa schiera di soluzioni. Cosa scegliere?

TARIFFA BASE – Ci siamo affidati alle informazioni pubblicate sui siti dei quattro gestori operanti in Italia, e abbiamo contattato i loro call center, per confrontare quanto costa chiamare, videochiamare, messaggiare, navigare su Internet da cellulare con una ricaricabile affidandosi ad un’azienda o all’altra. La prima scelta da effettuare è quella della tariffa base, che indica quanto ci costa usare il telefonino in assenza di promozioni o opzioni aggiuntive o al superamento delle sogli previste dalle stesse. Più precisamente si deve scegliere tra tariffe senza scatto, ideali per chi effettua prevalentemente chiamate di breve durata, e tariffe con scatto alla risposta, consigliate per chi ama conversazioni più lunghe.

SENZA SCATTO – Per quanto concerne le tariffe senza scatto la Tim propone Tim senza scatto: si pagano 16 centesimi al minuto verso tutti i numeri di rete fissa e mobile, vengono scalati anticipatamente i primi 30 secondi di conversazione,  e 12 centesimi per l’invio di un sms. La Vodafone, con Vodafone senza scatto, scende a 15 centesimi al minuto, ma in questo caso si pagano anticipatamente 60 secondi di conversazione (anche qui un sms costa 12 centesimi). Una telefonata di 10 secondi, per intenderci costa 8 centesimi con Tim e 15 con Vodafone. La Wind ha una tariffa più alta: 19 centesimi al minuto verso tutti i numeri (sms a 12 centesimi), ma il costo della chiamata viene calcolato sugli effettivi secondi di conversazione. Lo stesso che avviene con la tariffa 3 Power 10 di Tre, che costa però soli 10,08 centesimi al minuto. Anche gli sms costano meno: 10,08 cent.

IL CONFRONTO/1 – Una telefonata di 20 secondi con tariffa senza scatto costa 8 cent con Tim, 7,5 con Vodafone, 6,33 con Wind e 3,36 con Tre. Una telefonata di 1 minuto e 20 secondi costa 25,33 cent con Wind, 24 con Tim, 22,5 con Vodafone e 13,44 con Tre. C’è da dire che nel caso di connessione Tre in roaming su rete Tim il prezzo di una chiamata – parola di operatori di call center – sale a 45 centesimi al minuto calcolati su effettivi secondi di conversazioni e senza un addebito anticipato. Gli addetti della Tre contattati telefonicamente ci hanno rassicurato che non ci sono limitazioni o vincoli particolari all’utilizzo della 3 Power 10. La tariffa – stando a quanto riferito – dovrebbe essere valida anche per un numero e una durate delle conversazioni consistente.