Il governatore che taglia i fondi alle vittime del figlio

07/05/2012 - di

Accade in Arizona: penalizzate le associazioni pro-aborto e per le vittime di stupro. E guarda caso...

Il governatore che taglia i fondi alle vittime del figlio

Il Governatore dell’Arizona Jan Brewer ha tagliato i finanziamenti statali a tutte le associazioni che praticano l’aborto, anche se i fondi non vengono utilizzati per questa pratica.

BASTA SOLDI - Jezebel però ci racconta un’altra storia. Tagliare questi fondi significa bloccare in toto l’attività di ogni associazione che ha tra le sue attività la tutela delle donne che hanno deciso di non tenere il proprio figlio. Come detto pagano tutti, anche chi non usa i soldi dello stato per questo motivo. E’ il caso di Planned Parenthood il quale, in questa maniera, non potrà più aiutare le donne vittime di abusi sessuali. Niente più controllo su un’eventuale contagio di malattie sessualmente trasmissibili, niente più test di gravidanza, niente più pillola del giorno dopo.

LA STORIA DI RONALD - E pensare che il figlio del Governatore, Ronald, è stato ospite dell’istituto d’igiene mentale dello Stato negli ultimi 20 anni dopo essere stato giudicato non colpevole, a causa dell’infermità mentale, di rapimento e violenza sessuale. Nel luglio 1989 Ronald Brewer entrò nell’appartamento di una ragazza picchiandola e violentandola. Secondo gli avvocati del ragazzo lui non sapeva di fare qualcosa di sbagliato, puntando sull’infermità. Questa versione dei fatti venne accolta dal giudice il quale condannò Ronald alla detenzione perpetua in un ospedale psichiatrico. Eppure pochi giorni prima dell’insediamento di mamma, Ronald venne “liberato”.

DONNA DA TEA PARTY - Jan Brewer è una “pasionaria” dei Tea Party. Questo la porta a combattere l’immigrazione, a tagliare le spese per programmi di stampo sociale, alla guerra contro l’autodeterminazione delle donne e alla spesa sanitaria da parte dello Stato. Inoltre va segnalato come la donna non abbia alcuna “pietà” nei confronti del figlio visto che è disposta a tagliare i fondi necessari per garantie una giusta assistenza alle persone nella sua stessa condizione.

COLPEVOLE MA INCAPACE - Appena seduta sulla poltrona da Governatore, la donna ha deciso di tagliare alcune spese “per limitare il budget”. Tra i fondi “tagliati” figurano anche nove milioni di dollari destinati a un programma dedicato ai malati mentali e alle cure di tutti coloro che non erano abbastanza ricchi da entrare in “Medicaid”, il programma sanitario statale. Inoltre si è deciso di cambiare l’imputazione per le persone incapaci di intendere e di volere passando dall’imputazione “non colpevole a causa d’insanità” a “colpevole ma incapace”. Così le persone come suo figlio non verranno mai curate, ma messe via, da parte, come fossero irrecuperabili. Però il ragazzo è intanto è uscito dal centro di salute mentale, quindi perché preoccuparsi ancora?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie

good morning italia

Banzai diventa partner industriale di Good Morning Italia

0:40 Good Morning Italia, il servizio italiano di informazione essenziale che offre uno sguardo panoramico sul mondo ogni mattina, è uscito dalla fase beta diventando un’impresa e comunicando un accordo di partnership con Banzai Media, che è entrata nel capitale della società CONTINUA

ITALY-CINEMA-FESTIVAL-MOSTRA

Venezia 71: il pagellone al giro di boa

19:50 Da Elio Germano ad Alba Rohrwacher, dalla vita impossibile al Lido al cinema francese. E' passato quasi metà del Festival di Venezia numero 71 e si possono dare i primi voti alla Mostra CONTINUA