|

La terra riscaldata dai peti dei dinosauri

L’idea è venuta ad alcuni scienziati britannici.

I CONTI – Ci si sono messi di buzzo buono e partendo dai dati disponibili sulla produzione gassosa della digestione dei ruminanti hanno ricavato un modello in grado di approssimare quella dei grandi dinosauri erbivori. David Wilkinson della John Moore’s University di Liverpool e i suoi colleghi dell’università di Glasgow hanno pubblicato la ricerca su Current Biology. Wilkinson ha spiegato come più dei dinosauri il suo interesse si sia rivolto ai microbi che vivevano all’interno dei loro stomaci: ” L’ecologia dei microbi e il loro ruolo nel trasformare il nostro pianeta è tra i miei principali interessi scientifici”.

TANTISSIMO GAS – I protagonisti della ricerca non sono quindi i dinosauri, se non in qualità di ospiti dei microbi capaci di ricavare metano da buona parte delle sostanze da questi ingerite. Secondo i dati esibiti dalla ricerca i dinosauri emettevano una quantità di metano (che è un gas a effetto serra) pari a quella oggi prodotta da tutte le attività umane, contribuendo così la riscaldamento dell’era del mesozoico che popolavano.

LEGGI ANCHE: