Perché pensare alla morte ti salva la vita

rte

Ecco come la paura del momento ineluttabile ci porta a migliorare la nostra esistenza

Livescience cerca di esorcizzare a suo modo una delle paure ataviche dell’essere umano, ovvero la paura della morte, spiegandoci che più pensiamo al momento ineluttabile, più riusciamo ad allungare la nostra esistenza.

FORZA - Sembra un controsenso? In realtà no. “La danza con la morte è il modo migliore che abbiamo per vivere una vita lunga e serena”. Queste le parole di un’equipe mista americana e danese in uno studio pubblicato sul “Personality and Social Psychology Review”, la rivista sulla personalità e la psicologia sociale. Secondo i ricercatori tutto questo si può inquadrare nella teoria del “terror management”, ovvero nella consapevolezza che l’ineluttabilità della morte convinca le persone a cambiare le proprie vite, così che le persone possano trovare significato nella loro esistenza e che li porti ad identificarsi in un’entità, possa essere questa una nazione o una religione.

PIOGGIA DI SENSAZIONI - Molte ricerche sul tema hanno dimostrato che ricordare alla gente che prima o poi deve morire ha come riflesso una sorta di “spegnimento” dei sentimenti con un conseguente aumento dell’ostilità nei confronti di tutti coloro che hanno diversi credi e valori. Da questa situazione abbastanza confusa si possono però trarre importanti insegnamenti. Ad esempio, a seguito dell’unidici settembre, come confermato dagli stessi ricercatori, la paura della morte ha avuto effetti sia positivi sia negativi, ma i media hanno deciso di cavalcare le paure della gente incentivando involontariamente un sentimento di razzismo, di violenza e di discriminazione nei confronti dei musulmani.

PERSONE MIGLIORI - Invece, come dimostrato sempre in occasione dell’attentato alle Torri Gemelle, le persone reagivano alla loro paura della morte con gratitudine, speranza, educazione. La consapevolezza li portava ad essere persone migliori, li spingeva a realizzare i loro sogni, li motivava a cercare il meglio dalla loro esistenza. Un po’ come succede con tutti coloro che scampano a una tragica morte e si trasformano diventando persone migliori. E voi pensate alla morte tanto da pensare che vi si allunghi la vita?