Il reggiseno che ti aiuta dopo il cancro

Spagnola 2 009

Messo a punto da un chirurgo plastico dell'università la Sapienza

All’apparenza e’ un banale reggiseno, ne’ troppo appariscente ne’ troppo sportivo. Ma Magic, acronimo che sta per ‘Mammary Garment Ideal for Camouflage’, brevetto italiano di un chirurgo della Sapienza, in realta’ e’ un reggiseno che si adatta alle asimmetrie che inevitabilmente insorgono nelle donne che per il cancro devono subire mastectomia e ricostruzione del seno.

LEGGI ANCHE: Le pistole? Ora si nascondono nei reggiseni

RICERCA DEL PRODUTTORE – Del reggiseno, messo a punto da Francesca Romana Grippaudo, chirurgo plastico dell’Universita’ La Sapienza di Roma, e’ stato da poco registrato anche il brevetto internazionale (lo scorso 23 febbraio) e ora, come spiega la stessa Grippaiudo, ‘siamo in cerca di produttore, visto che il costo di produzione e’ simile a quello di un reggiseno medio in commercio’ cosi’ da poter permettere anche alle donne dopo una neoplasia ‘di continuare a sentirsi se stesse, cominciando banalmente dalla possibilita’ di continuare a vestirsi normalmente, come sempre’. Magic, infatti, sembra un normale reggiseno con coppa rigida preformata, fascia laterale un po’ alta, e spalline che si possono anche incrociare dietro il collo. Ma viene fornito ‘con un kit di ‘cuscinetti’ ‘ da inserire in tasche nascoste al suo interno che sono a ‘misura di difetto’, perche’ si modellano sulle asimmetrie tra i due seni che ‘possono durare da qualche mese a piu’ di un anno nel percorso di ricostruzione dopo la mastectomia’.

IL SENO – ‘Il seno che non torna identico per molti mesi – spiega l’inventrice del nuovo capo di ‘lingerie’ – appesantisce una condizione psicologica gia’ difficile’. Per ovviare fino ad ora ‘le pazienti si presentano con il reggiseno riempito di tutto, dai fazzoletti al cotone, temendo peraltro spesso che non siano soluzioni adatte a contenere le garze di medicazione’. Invece il nuovo reggiseno ‘che va preso di una taglia in piu’ della propria, consente di contenere la medicazione’ e cosi’ ‘non interferisce con il processo ricostruttivo’, mentre il ‘cuscinetto’ che serve a bilanciare i due seni ‘si adatta in corso d’opera’ al percorso di ‘piccoli interventi o ritocchi fino a ottenere la simmetria originaria’. (ANSA).

LEGGI ANCHE: Gli oggetti comuni ricoperti di diamanti