Lombardi pizza
|

Roberta Lombardi esulta per la pizza patrimonio dell’Unesco: «Ha un legame con Gaeta, bella notizia per il Lazio»

Si fa presto a dire pizza patrimonio dell’Unesco e a «saltare sul carro del vincitore». A quanto pare, non vi ha resistito Roberta Lombardi, candidata del Movimento 5 Stelle alla presidenza della Regione  Lazio. L’esponente pentastellata ha twittato, con toni entusiastici, i suoi complimenti al Lazio per il riconoscimento ottenuto – come da dicitura – «dall’arte tradizionale dei pizzaioli napoletani». Perché – a suo modo di vedere – la città di Gaeta, al confine con la Campania, ha un legame con il simbolo della tradizione enogastronomica italiana.

LEGGI ANCHE > M5S Roberta Lombardi non rifarà Montecitorio: candidata presidente del Lazio

LOMBARDI PIZZA, IL TWEET DELLA CANDIDATA ALLA PRESIDENZA DEL LAZIO

Evidentemente, la Lombardi fa riferimento a una ricerca etimologica, in base alla quale il primo documento ufficiale in cui compare la parola pizza risale a poco prima dell’anno 1000 ed è stato ritrovato proprio a Gaeta. Ma il «legame» citato dalla Lombardi si ferma qui. O, meglio, non è molto più forte rispetto a quello che hanno con la pizza la maggior parte delle città italiane.

In più, l’Unesco nella dicitura ufficiale del riconoscimento ha sottolineato l’aggettivo «napoletano», in riferimento all’arte del pizzaiolo (e non della pizza tout court). Insomma, viene tutelato il prodotto, ma soprattutto la sua preparazione tradizionale. Per questo motivo non si comprende davvero questo entusiasmo esagerato della Lombardi.

LOMBARDI PIZZA, LE RISPOSTE DEGLI UTENTI DI TWITTER

E il popolo di Twitter non si è fatto sfuggire l’occasione per replicare all’uscita della prossima candidata del M5S alla Regione Lazio. Qualcuno chiede all’esponente grillina se «può confermare che il miracolo di San Gennaro si svolgerà il 16 dicembre a piazza San Pietro», oppure sottolinea in maniera ironica «ah, ecco perché fanno festa anche a Tunisi». Un utente ricorda che, a questo punto, anche il Molise – tra le regioni che confinano con la Campania – ha il diritto di rivendicare almeno un’esultanza per il riconoscimento dell’Unesco alla pizza. Mentre qualche altro commento più cattivo torna su qualche scivolone in geografia di esponenti del Movimento 5 Stelle: «voleva essere una lezione di geografia per Di Maio che ora sa che il Lazio confina con la Campania?».