tassa fumo
|

E per la manovra torna la tassa sul fumo

Multe più severe per chi guida con il cellulare in mano, obbligo di segnalatori per seggiolini anti-abbandono, tassa sul fumo e cotton fioc solo biodegradabili. Spuntano sui quotidiani di oggi i nuovi emendamenti alla manovra che dalla prossima settimana saranno al vaglio della commissione Bilancio della Camera.

LEGGI ANCHE > IL MINISTRO MINNITI PUÒ SCIOGLIERE LE ORGANIZZAZIONI NEOFASCISTE?

TASSA FUMO: RISPUNTA LA PROPOSTA STRALCIATA IN SENATO

In parte gli emendamenti sono riportati stamane da La Stampa.
Si parla delle sanzioni raddoppiate per l’ uso degli smartphone alla guida (che arrivano fino a 1.294 euro) e fino a sei mesi di sospensione della patente, nonché l’ obbligo di dispositivi di allarme anti-abbandono per i seggiolini dei bambini in macchina.
E sopratutto una bella novità per i fumatori: la tassa sul fumo.
Inizialmente proposta al Senato, stralciata, torna ora alla Camera. La commissione Affari sociali ha infatti presentato un emendamento che prevede il rifinanziamento per 604 milioni del fondo sanitario con la tassa sui tabacchi. Una misura che potrebbe far salire il prezzo di un pacchetto fino a 20 centesimi.

Alla Camera il lavoro si concentra soprattutto sul lato delle entrate, visto che le risorse disponibili sono particolarmente scarse. E anche in quest’ ottica che il presidente della commissione Francesco Boccia ha proposto di far partire già da gennaio la Web-tax all’ italiana con un’ aliquota che scende dal 6 all’ 1-2 per cento, ma estendendo la misura anche all’ e-commerce.
Oggi intanto scade il termine per la presentazione degli emendamenti, mentre mercoledì 13 inizieranno le votazioni. La manovra – uno degli ultimi atti di questa legislatura – è attesa in aula martedì 19 dicembre, dove molto probabilmente sarà votata con la fiducia per passare poi entro Natale al Senato per il via libera definitivo.

 

(foto copertina immagine di repertorio ANSA)