laura castelli
|

Il dramma di Castelli e il referendum sull’euro a Otto e mezzo | VIDEO

Ieri a Otto Mezzo la deputata M5S Laura Castelli ha rilanciato il referendum sull’euro.
Davanti al commissario alla spending review Carlo Cottarelli e Alessandro Gassman la grillina è sembrata in evidente difficoltà. Diversi momenti non sono sfuggiti ai telespettatori da casa. Dall’euro che sembra – a suo dire – l’unico modo «per fare inflazione», al voto segreto in caso di referendum (impossibile ndr) sull’euro.

LEGGI ANCHE > LUIGI DI MAIO E LA STORIA DELL’IMMUNITÀ USATA CONTRO UNA QUERELA

Il surreale dialogo è stato riportato pure dalla ironica pagina Facebook “Gli Eurocrati”.

On. Laura Castelli (M5S): “Quando saremo al governo proporremo un referendum per uscire dall’Euro”.
Lilli Gruber: “Ma…veramente, secondo la nostra Costituzione, un referendum del genere non si può fare”
On.Laura Castelli (M5S): “eeeh, non è vero. Se si vuole, si può fare”
Lilli Gruber: “Vabbe’…. e lei cosa voterebbe? Per uscire dall’euro o per rimanerci?”
On.Laura Castelli (M5S): “non si dice cosa si vota”
Lilli Gruber: “come ‘non si dice’ ?! Lei è un esponente politico e sta facendo una proposta di referendum…come fa a non dire cosa voterebbe?!”
On.Laura Castelli (M5S): “Ma vede, è un fatto tecnico, non politico…. il discorso sarebbe lungo…. e rientra tra l’altro nelle mie competenze. Bisognerebbe discutere ad esempio di come l’euro sia diventato l’unico modo per fare inflazione ormai”
Lilli Gruber: “Ma insomma…lei non mi ha risposto….voterebbe Si o No al referendum che propone?!”
On. Laura Castelli (M5S): “non lo so”

guarda il video:

Un intervento che ha riscosso un certo successo sui social: