amazon natale
|

Le mammine pancine (inglesi) contro lo spot Amazon senza Babbo Natale | VIDEO

Anche nel Regno Unito esistono genitori che si preoccupano delle pubblicità in tv rompendo le scatole a svariate aziende. Alcune mamme e papà se la stanno prendendo in queste ore con Amazon per la pubblicità dei giocattoli di Natale. Perché?

“Come perchè: non c’è Babbo Natale!11!”

guarda il video:

L’annuncio – mandato in onda solo nel Regno Unito – mostra un padre che riceve una pila di pacchi Amazon, presumibilmente regali per le feste, da un facchino. E lui, come un Babbo Natale qualsiasi, corre al piano di sopra per nascondere i giocattoli senza farsi vedere dai pargoletti.

LEGGI ANCHE > IL MANIFESTO FUNEBRE CONTRO TOTÒ RIINA: «È MORTO, NE DANNO IL LIETO ANNUNCIO FALCONE E BORSELLINO»

—– SPOILER, SE AVETE MENO DI 10 ANNI E CREDETE NELLA MAGIA DEL NATALE NON PROSEGUITE NELLA LETTURA DI QUESTO ARTICOLO —-

Babbo Natale non esiste e lo spot in questione sembra molto carino. E reale. Perché in pratica è ciò che succede davvero in ogni casa del mondo dove si festeggia il Natale. Un genitore compra un regalo al proprio figlio e lo nasconde a sua insaputa fino al 25 dicembre.

In una lettera aperta a The Sun un genitore indignato si è chiesto: «Quindi questo è il concetto di Natale? Disgustoso che i bimbi che credono al Natale vedano il loro papà scappare via con regali Amazon».

Strano. Perché in una pubblicità Amazon noi ci avremmo visto bene un presepe equo solidale. Insomma, nel Regno Unito è rivolta. Le proteste virtuali – come racconta Business Insider – sono in aumento. Una mamma, @sophie21white, si è complimentata con il colosso on line reo di aver traumatizzato il suo piccolo di 3 anni (o 36 mesi di puro amore). «Mio figlio mi ha chiesto se quello con i pacchi è per caso Babbo Natale, grazie Amazon», ha twittato indignata.

Insomma le mammine pancine esistono anche lì.

Un portavoce di Amazon si premurato di spiegare agli idioti ai genitori apprensivi la loro posizione:

“Babbo Natale e i suoi elfi lavorano senza dubbio per portare regali a ragazze e ragazzi di tutto il mondo, questi sono solo alcuni extra di un po’ di amore dai genitori”