nutella
|

La verità sull’allarme Nutella

Negli ultimi giorni la Nutella è finita al centro di un vero mistero a causa di modifiche alla sua ricetta. Sui social network un esercito si consumatori ha cominciato a manifestare il proprio disappunto per i cambiamenti alla famosa e diffusissima crema da spalmare temendo anche conseguenze per il gusto del prodotto. In realtà non c’è nulla di cui allarmarsi perché la modifica è marginale: la ricetta del prodotto Ferrero è cambiata così poco che nessun assaggiatore è in grado e sarà in grado di percepire un sapore diverso da quello tradizionale.

NUTELLA, NUOVA RICETTA MA INUTILE ALLARMISMO: IL GUSTO NON CAMBIA

Il caso si è sollevato dopo una segnalazione di un’associazione di consumatori tedesca con sede ad Amburgo, che ha notato sull’etichetta della Nutella l’indicazione di percentuali degli ingredienti differenti dalle solite. Il gruppo ha evidenziato un aumento della quantità di zucchero (dal 55,9 al 56,3%) e del latte in polvere (dal 7,5 all’8,7%) e una diminuzione della percentuale di nocciole e cacao (con i grassi in calo dal 31,8 al 30,9%). Sul web è scattato un tam tam di interrogativi di consumatori affezionati alla crema Ferrero che ha raggiunto anche il nostro Paese. L’azienda non ha fatto mancare una risposta, chiarendo che le variazioni della ricetta sono semplici aggiustamenti di routine che non alterano la qualità del prodotto ed altre caratteristiche.

Per quanto riguarda l’Italia Ferrero ha chiarito che «la ricetta rimane quella che i fan conoscono con gli stessi criteri di alta qualità» perché è rimasto «invariato» il contenuto di nocciole, cacao e zucchero. Una piccola modifica c’è stata ad agosto, con la sostituzione del siero di latte con letto scremato in polvere. La quantità di latte in polvere è aumentata dal 6,6 all’8,7% rispetto al siero di latte che ha sostituito. «Questo – ha fatto sapere Ferrero – ci permette di accrescere la qualità complessiva del latte contenuto in Nutella garantendo la miglior permanenza nel tempo del nostro gusto unico e inconfondibile». Dunque, la Ferrero ha modificato la ricetta della Nutella distribuita in Germania e in Francia con più latte e più zucchero e ha smentito di aver aumentato la quantità di zucchero in Italia, riconoscendo però una sostituzione della quota di siero di latte aumentando la quantità di latte in polvere, ininfluente sul gusto.

(Foto da archivio Ansa: Nutella sugli scaffali in Iraq. Credit: JENS KALAENE / dpa)

TAG: Nutella