domenico lucano
|

Il sindaco di Riace (quello pro accoglienza) è indagato sul sistema di gestione dei migranti

Il sindaco di Riace, Domenico Lucano, primo cittadino della città simbolo dell’accoglienza di migranti è indagato dalla Procura di Locri per abuso d’ufficio, concussione e truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche in relazione alla gestione del sistema di accoglienza.

LEGGI ANCHE > POVIA SI CONFRONTA CON DON SANTORO, IL SACERDOTE PRO MIGRANTI, A PIAZZAPULITA | VIDEO

Con lui risulterebbe indagato anche Fernando Antonio Capone, presidente dell’associazione «Città Futura-don Pino Puglisi». Ieri la Guardia di finanza ha acquisito documenti in Comune e notificato a Lucano l’avviso di garanzia.
Qualche giorno fa il sindaco di Riace aveva dichiarato di sentirsi «sfiduciato e indignato con lo Stato» dopo che Ministero dell’Interno e la Prefettura di Reggio Calabria avevano sospeso l’erogazione dei fondi. Dietro lo stop presunte irregolarità nel sistema. E ora arriva la notifica di indagini in corso.

«Sono sconcertato e senza parole, ma per certi versi mi viene quasi da ridere perché non ho nessun bene nascosto. Non possiedo niente e non ho conti segreti. Allora ben vengano i controlli su di me e che siano il più approfonditi possibili», ha commnetato il sindaco all’ANSA.

L’inchiesta di Riace risulterebbe partita lo scorso gennaio con una relazione della Prefettura di Reggio Calabria per cui adesso la Procura ha chiesto la proroga. «Proprio il giorno prima – ha dichiarato Lucano – ero a Roma ed avevo risolto i problemi con Viminale e Prefettura in merito al sostegno finanziario fornito per l’esperienza dei bonus e delle borse lavoro. E ora arriva questo. Svilisce l’entusiasmo. Da 20 anni sono in prima linea cercando di sviluppare attività collaterali per favorire l’integrazione dei migranti e la loro permanenza qui anche a conclusione dei progetti finanziati».

(in foto Domenico Lucano riceve ‘Dresden Peace Award 2017’ al Semper opera in Dresden, Germania, 12 February 2017. Arno Burgi/dpa-Zentralbild/dpa)