francesca barra
|

L’hater di Francesca Barra è recidivo: ci era già cascato con la Lucarelli. E ora in Regione rischia

Non è la prima volta che Domenico Leccese, il funzionario della Regione Basilicata che sui social ha inviato messaggi offensivi alla giornalista Francesca Barra, si rende protagonista di simili episodi. Già nel 2016 si era rivolto con epiteti volgari ad un’altra giornalista, Selvaggia Lucarelli, che di tutta risposta lo chiamò poi in diretta dal suo programma radiofonico Stanza Selvaggia su M2O. Il funzionario imperversava da mesi definendo l’opinionista una «tettona alla ricerca di visibilità» o «tettona montata come i mobili dell’Ikea». Ora rischia per aver inviato minacce di morte, insulti, diffamazioni, alla Barra, ai suoi figli e al suo compagno, l’attore Claudio Santamaria.

 

LEGGI ANCHE > Claudio Santamaria difende la fidanzata Francesca Barra dalla gogna dei social: «Queste persone vanno perseguite» | VIDEO

 

OFFESE A FRANCESCA BARRA, INDAGINE INTERNA DELLA REGIONE BASILICATA SU FUNZIONARIO

È stato proprio Santamaria a mettere in luce la gravità delle affermazioni del dipendente regionale. In un video postato su Instagram l’attore ha chiesto che Leccese, indipendentemente se abbia inviato le offese in orario d’ufficio o no, venga interdetto dai pubblici uffici. «Ci deve essere un codice deontologico per un funzionario pubblico che commette reato di diffamazione. E per la schiera di malati di mente che augurano la morte a dei bambini, esclusione totale da qualsiasi social network», ha scritto nel messaggio che accompagna il suo breve filmato. La Regione Basilicata ha comunque manifestato l’intenzione di agire per una verifica. L’ente ha fatto sapere che è stata avviata un’indagine interna per stabilire se il funzionario abbia scritto sui social da una postazione degli uffici della Regione e se durante l’orario di lavoro.

 

 

LEGGI ANCHE > Minacce social a Francesca Barra: «Tr**a, Dio punisca te e i tuoi figli»

 

Intanto, il dipendente della Regione continua ad attaccare su Facebook Barra e Santagata. In alcuni messaggi accompagnati dall’hashtag #barraadritta parla di «personaggi che non sanno reggere il gossip». E spiega: «Hanno perso completamente la testa  lei e lui passando dalle minacce al tono confidenziale con il Presidente Marcello Pittella tirato ingiustamente in ballo, per avere un maggiore risalto mediatico ed incarico da velina su Rai 1 per capodanno a Maratea». Era stata la giornalista, domenica scorsa, a chiamare in causa il governatore Pittella chiedendogli se non sia rischioso affidare a Leccese un ruolo di fiducia.

(Foto dal profilo Facebook di Francesca Barra)