It Mc Donald's
|

«It fa pubblicità a Mc Donald’s», monta la protesta di Burger King

It sta diventando un caso nazionale in Russia. Dopo l’uscita nelle sale del Paese del nuovo film ispirato allo storico personaggio di Stephen King (Pennywise, il pagliaccio assassino che avvicina i bambini offrendo loro i palloncini), monta la protesta di Burger King. L’azienda di fast-food ha rilevato una incredibile somiglianza tra il personaggio così come viene presentato nel film e la mascotte del Mc Donald’s, azienda concorrente.

LEGGI ANCHE > Burger King querelato per la pubblicità davanti al campo nazista di Dachau

IT MC DONALD’S, LE SOMIGLIANZE EVIDENZIATE DA BURGER KING

In effetti, ci sono gli estremi per pensare che le tonalità cromatiche dei vestiti e lo stesso palloncino rosso (che Ronald Mc Donald impugna da sempre) possano ricordare Pennywise, il protagonista di It. Questa storia, comunque, non si limita a una semplice segnalazione, né può essere bollata come una semplice trovata pubblicitaria. Burger King, infatti, intende fare sul serio e ha presentato un reclamo ufficiale presso l’authority anti-monopolio russa chiedendo che la pellicola non venga più proiettata nel territorio della Federazione.

E dall’authority russa – la Fas – hanno risposto prendendo sul serio la denuncia: «Non ci interessa il contenuto del film – ha detto a Ria Novosti Andrej Kashevarov, vicecapo di Fas – perché lo scrittore e il regista hanno la loro personale visione creativa di ogni personaggio. Dobbiamo tuttavia esaminare se ci sono gli estremi per una pubblicità occulta, in violazione con la legislazione russa».

IT MC DONALD’S, C’È ANCHE LA PROTESTA DEI CLOWN

Insomma, un vero e proprio caso che si sposta dalle sale cinematografiche ai bilanci delle aziende. Un vero problema per un film che, in Russia, sta già avendo un discreto successo, con incassi che superano i 14 milioni di euro. In più, Burger King non è da sola in questa lotta contro il film: anche una troupe teatrale di clown di San Pietroburgo (la Komik-Trest) ha sollevato perplessità sulla pellicola, sostenendo che il personaggio di Pennywise andrebbe a denigrare la loro professione.

FOTO da pagina Facebook @Itilfilm