Paul Horner
|

Paul Horner è morto, la mistoriosa scomparsa del re delle bufale degli Stati Uniti

Paul Horner è morto. La conferma ufficiale alla notizia della morte del re delle bufale americane è arrivata dalla polizia della contea di Maricopa, dove si trova Phoenix, una delle più grandi città americane, in Arizona. Il decesso è avvenuto alcuni giorni fa, ma è stato trattato con molta cautela da tutti  i media americani, che ne hanno riferito solo dopo la comunicazione della polizia di Maricopa County.

LA MORTE DI PAUL HORNER, IL RE DELLE BUFALE USA

Paul Horner era il più famoso diffusore di false notizie online, quelle che lui stesso definiva bufale di internet, e la modalità con cui era stata annunciata la sua morte, un post di suo fratello su Facebook, sembrava sospetta. Horner era diventato particolarmente celebre durante le presidenziali degli Stati Uniti: la bufala più virale delle elezioni americane, la confessione di un attivista sui migliaia di dollari con cui venivano pagati i manifestanti che protestavano durante i comizi di Donald Trump, era stata firmata da lui.  La falsa notizia era stata condivisa sui social media anche da alcuni dirigenti di spicco della campagna del futuro presidente americano. Horner difendeva le sue bufale come satira, anche se in diverse interviste successive alle elezioni americane aveva rimarcato, con un po’ di autoironia, il suo ruolo decisivo nella vittoria di Trump. Le fake news che hanno caratterizzato la vita di Paul Horner stanno giocando un ruolo anche sulla sua morte. Secondo il Washington Post diversi organi di informazione americani non sono convinti della veridicità della morte del re delle fake news Usa, nonostante la conferma della polizia della contea dove viveva.  Secondo le forze dell’ordine Paul Horner è morto per una overdose di tranquillanti che prendeva abitualmente. Il suo corpo è stato ritrovato nella casa della madre. Si sarebbe ucciso per sbaglio prendendo una eccessiva quantità di medicinali ed è morto nel sonno.

LEGGI ANCHE > MORTO ERMES MAIOLICA: ADDIO AL RE DELLE BUFALE

Chi dubita della morte di Paul Horner pensa si possa trattare di uno scambio di persona, anche se per il Washington Post questa ipotesi sembra altamente improbabile. Ci sono diversi Paul Horner a Maricopa County, ma solo uno ha l’età del re delle fake news, 38 anni. Uno dei più celebri di debunking delle bufale Usa, Snopes, è ancora però incerto sulla sua morte. Si potrebbe trattare della più grande bufala della vita mai realizzata da Horner, far credere a tutti attraverso la polizia la veridicità della sua morte.

TAG: Bufala