salone nautico
|

Genova caput mundi del nautico: al via al Salone ligure

«Non è Carla Demaria o Ucina che decide di fare il Salone, è il mercato. Se si fa e quest’anno tornano gli stessi espositori dell’anno scorso prendendo più spazio è il loro business che dice che si doveva fare. Non basta. Torna un numero significativo di cantieri che non c’erano. E ne vengono di nuovi. Questo è il valore di Genova». Carla Demaria, presidente di Ucina, ne è convinta: il settore nautico è in crescita. Parla così a margine della presentazione del prossimo Salone Nautico di Genova con il ritorno di alcuni grandi nomi della cantieristica nautica, come Azimut e Cantieri Baglietto, e anche dell’arrivo di nuove aziende alla kermesse nautica del capoluogo ligure.

LEGGI ANCHE > Il nuovo vizio degli italiani: prendersi cura di se stessi

Tutto pronto per la 57esima edizione presentata nel capoluogo ligure e che verrà inaugurata il prossimo 21 settembre nei padiglioni della Fiera di Genova. Una manifestazione, quella genovese, che si conferma unica in termini di offerta e spazi espositivi. «Non esiste al mondo uno spazio così grande a disposizione come il padiglione B per fuoribordo e accessori – ha sottolineato la presidente ad Adnkronos – Abbiamo la possibilità di accogliere e accogliamo molto di più, lo spazio acqueo è superiore. Non basta. Torna un numero significativo di cantieri che non c’erano e ne arrivano di nuovi. Questo è il valore di Genova».

La manifestazione arriva nel momento in cui i dati confermano la ripresa del settore nautico dopo la crisi, con una kermesse che resiste anche al confronto con le grandi manifestazioni fieristiche omologhe. «Il salone di Monaco è il salone specialistico per le imbarcazioni molto grandi – ha spiegato Demaria – e ha un’offerta molto specialistica. Cannes ha un’offerta più allargata ma non ha comunque gli spazi che abbiamo noi. In questo momento Cannes, prestigioso salone, ha il problema degli spazi che sono molto limitati rispetto ai nostri».

Una manifestazione rinnovata e più ampia sulla quale le aspettative in termini di visitatori crescono. «Parlo anche di numeri – conclude Demaria – vediamo quest’anno come sarà: 55mila visitatori a Cannes, 130 mila l’anno scorso a Genova. Abbiamo il nostro spazio».

(foto Ansa)