sgombero piazza Indipendenza
|

Roma, sgombero violento di migranti: scontri con la polizia che usa gli idranti | VIDEO

Scene di guerriglia urbana a Roma, a piazza Indipendenza, a pochi passi dalla Stazione Termini. La polizia ha allontanato decine di migranti contro i quali, quattro giorni fa, era stato effettuato uno sgombero da un palazzo occupato in via Curtatone. Da sabato, avevano trovato rifugio proprio nella vicina piazza Indipendenza teatro, questa mattina all’alba, di scontri molto accesi tra migranti e forze dell’ordine.

LEGGI ANCHE > Sgombero del presidio del Baobab a Roma, identificati 98 migranti

La polizia ha usato manganelli e idranti e dalla Questura fanno sapere di aver agito in maniera così tempestiva perché erano state segnalate bombole di gas e materiale incendiario in possesso degli stessi migranti. Ma le scene che stanno circolando sui social mostrano soltanto gente che cerca disperatamente di difendersi da un attacco in piena regola.

SGOMBERO PIAZZA INDIPENDENZA, LE IMMAGINI

SGOMBERO PIAZZA INDIPENDENZA, SEI FERITI SECONDO MEDICI SENZA FRONTIERE

Sempre dalla Questura, fanno sapere che la misura di sgombero è stata attuata perché i migranti avrebbero  «rifiutato ieri di accettare una sistemazione alloggiativa offerta dal Comune di Roma». Ma le ong, alcuni schieramenti politici e altre associazioni lanciano la loro accusa. Il movimento di Pippo Civati Possibile parla di «indegno sgombero», mentre Medici Senza Frontiere – che è intervenuta sul posto curando i feriti – sostiene che la violenza è il «frutto di sgomberi senza alternative».

Fatto sta che più di 800 migranti sono stati allontanati dall’area, in maniera violenta. E piazza Indipendenza, oggi, si presenta agli occhi dei passanti come un vero e proprio campo di battaglia, pieno di piccoli focolai di incendi, oggetti personali sparsi ovunque e detriti di ogni tipo.

FOTO da account Twitter Eleonora Camilli