|

«Sono vivo», le parole di Ciro alla dottoressa che lo ha soccorso sotto le macerie | VIDEO

«Quando lo abbiamo estratto, Ciro ci ha detto “sono vivo”», racconta commossa Monica Impagliazzo, dottoressa del 118 dell’ospedale Fatebenefratelli di Milano, che ha assistito l’11enne durante il lungo intervento di salvataggio. L’11enne è rimasto per parecchie ore bloccato sotto le macerie della sua casa di Casamicciola, crollata a causa del terremoto di Ischia. Prima di lui sono stati estratti vivi i fratelli minori, Pasquale, di appena 7 mesi e Mattias, di 7 anni.

CIRO, MATTIAS E PASQUALE STANNO BENE: IL BOLLETTINO MEDICO

«Sono tutti e tre miracolosamente sani», fa sapere un bollettino medico diffuso dalla Asl Napoli 2 Nord e dalla direzione sanitaria dell’Ospedale Anna Rizzoli di Lacco Ameno, da cui i tre bimbi verranno probabilmente dimessi già domani. Pasquale, il piccolo di 7 mesi estratto per primo e miracolosamente salvato dalla cucina, che crollando gli ha fatto scudo, ma che avrebbe anche potuto ucciderlo, non ha riscontrato quasi nessun danno. Lievi traumi per Mattias, di 7 anni, incastrato nella loro cameretta insieme al fratello maggiore Ciro, che lo ha salvato, dapprima spingendolo sotto il letto a castello, poi richiamando l’attenzione dei soccorritori ed infine indicando loro il punto esatto in cui si trovava il fratellino, a tratti, invece, meno vigile di lui.

GUARDA ANCHE > TERREMOTO ISCHIA: RECUPERATI I BAMBINI INTRAPPOLATI A CASAMICCIOLA. MATTIA: «DOVE MI PORTATE?». A BREVE ATTESO ANCHE CIRO | VIDEO

Il salvataggio di Ciro «ha richiesto più ore di tutti gli altri, era veramente sommerso dalle macerie», spiega nel video la dottoressa Monica Impagliazzo. «Io ho visto solo la testa e il braccio quando gli ho preso la vena». Durante l’intervento di estrazione – più complicato del previsto – è stato infatti necessario calare bombole di ossigeno e attaccare una flebo. «Abbiamo temuto in verità perché le operazioni si erano complicate», confessano i soccorritori, ma anche Ciro è uscito vivo da quel che resta dell’abitazione distrutta dal sisma e sta bene.

GUARDA ANCHE > «CIRO È SALVO». L’APPLAUSO AI VIGILI DEL FUOCO | VIDEO

CIRO, ESTRATTO VIVO DALLE MACERIE A CASAMICCIOLA: UN FRATTURA AL METATARSO, MA STA BENE

«Ha dei problemi alle gambe, che erano sotto le macerie, ma non so di più. Aveva inalato tanta polvere, però ha detto “sono vivo”, ci ha parlato», racconta nel video la dottoressa Monica Impagliazzo, subito dopo che il bambino è stato trasportato in ospedale. Dall’Anna Rizzo di Lacco Ameno fanno sapere che Ciro ha riportato una frattura del terzo metatarso del piede destro, ma per il resto è in buona salute.

A rincuorare sulle condizioni di salute di Ciro, Mattias e Pasquale è anche la nonna dei tre fratellini estratti vivi dalle macerie a casa Micciola, dopo il terremoto che ha colpito Ischia. «Mia figlia Alessia è molto scossa, è anche incinta ma sta bene. Io ho visto i bambini, ho parlato con Mattias perché Ciro era al pronto soccorso e mi sembrava un po’ scosso. Mattias mi ha chiesto dove era il suo salvadanaio», racconta all’uscita dell’ospedale di Ischia la signora Erasma De Simone, la nonna dei tre bimbi salvati dal crollo.