Magic Johnson Samuel Jackson
|

Magic Johnson e Samuel Jackson scambiati per migranti diventa un caso internazionale

Magic Johnson e Samuel Jackson sono stati scambiati tragicamente per due migranti che facevano shopping di lusso a Forte dei Marmi. Le due superstar sono state confuse principalmente per il colore della loro pelle, su cui avevano ironizzato, per stigmatizzare il razzismo, l’autore satirico Luca Bottura e Marta Ecca. I loro due post, diventati virali, sono stati scambiati per veritieri, come capita con le bufale, dalle molte persone che sui social media ogni giorno palesano la loro ostilità xenofoba contro i migranti. Il caso, tanto curioso quanto tragico  è stato raccontato anche da due prestigiosi testate internazionali come i quotidiani inglesi The Independent e Daily Telegraph, che hanno entrambi censurato il razzismo evidente nei commenti di migliaia di italiani nonostante abbiano due orientamenti politici contrastanti.

MAGIC JOHNSON E SAMUEL JACKSON SCAMBIATI PER MIGRANTI RIPRESI DA TELEGRAPH E INDEPENDENT

Magic Johnson Samuel Jackson

Il titolo di The Independent è: Samuel L Jackson and Magic Johnson mistaken for ‘lazy migrants’ by Italians after shopping in Tuscany, che tradotto significa Samuel L Jackson e Magic Johnson confusi per migranti nullafacenti dagli italiani dopo aver fatto shopping in Toscana.

Magic Johnson Samuel Jackson

Daily Telegraph invece titola su Samuel L Jackson and Magic Johnson unwittingly embroiled in racism row in Italy, che tradotto vuole dire Samuel L Jackson e Magic Johnson involontariamente coinvolti in una discussione sul razzismo in Italia. The Independent è una testata progressista, mentre il Telegraph è storicamente molto vicino ai Conservatori, ma a differenza di quanto succeda in Italia sul razzismo non c’è divisione tra due giornali di differenti simpatie politiche.

LEGGI ANCHE > LA STORIA DI SAMUEL JACKSON E MAGIC JOHNSON SCAMBIATI PER PROFUGHI A FORTE DEI MARMI

The Independent e Daily Telegraph hanno ricostruito piuttosto correttamente la vicenda, partendo dal meme realizzato da Luca Bottura, e riprendendo poi il post, a suo dire un esperimento sociale, di Nina Moric che ha reso definitivamente virale lo scambio di persona. Il tweet e il post Facebook di Marca Ecca, molto condiviso anch’esso, è stato però dimenticato nella comunque accurata ricostruzione dei due giornali inglesi.