Cambrils
|

A Cambrils l’incontro di due attentatori delle Torri Gemelle poco prima dell’11 settembre

Cambrils, 30mila abitanti, sulla costa catalana poco più a sud di Barcellona, fino a ieri sera era conosciuta solo per le sue spiagge di sabbia. A mezzanotte è stata il teatro del secondo attacco terroristico – parzialmente sventato – contro la Catalogna. Eppure la piccola cittadina di mare era già conosciuta dall’intelligence internazionale: si ritrovarono lì due delle menti dell’attacco contro le Torri Gemelle dell’11 settembre 2001.

LEGGI ANCHE > ATTENTATI IN SPAGNA, DOPO BARCELLONA ANCHE CAMBRILS: SETTE FERITI, UCCISI GLI ASSALITORI

A riportarlo, oggi, è il tabloid britannico Daily Mail. I due terroristi che si ritrovarono a Cambrils sedici anni fa sono Mohamed Atta e Ramzi bin al-Shibh: il loro incontro nella cittadina catalana avvenne poche settimane prima dell’attentato alle Torri Gemelle, nel luglio del 2011. Da lì si spostarono nel covo di Tarragona, dove vennero pianificati gli attentati dell’11 settembre.

SEGUI IL LIVE > ATTENTATO A BARCELLONA E CAMBRILS: DUE ITALIANI TRA LE 14 VITTIME | LIVE

A CAMBRILS MOHAMED ATTA, IL DIROTTATORE DEL BOING 767 CHE SI SCHIANTÒ SULLE TORRI GEMELLE

Mohamed Atta, egiziano, aveva 33 anni. Fu lui a dirottare e pilotare il Boing 767 che si schiantò contro la torre nord. Era il più anziano tra i terroristi delle Torri Gemelle ed è ritenuto il “capo”, come riporta il Daily Mail. Atterrò in Spagna nel luglio del 2011, per incontrarsi con Ramzi Bin al Shibh, yemenita, che presumibilmente era stato scelto da Osama bin Laden per essere un altro dirottatore dell’11 settembre, ma alla fine poté contribuire all’attentato solo economicamente, dato che non ottenne in tempo il visto per gli Stati Uniti.

L’INCONTRO A CAMBRILS DI DUE DEI TERRORISTI DELL’11 SETTEMBRE

Ere il 9 luglio 2011 quando Mohamed Atta e Bin al Shibh si incontrarono e raggiunsero insieme in macchina Cambrils. Nella piccola cittadina catalana trascorsero solo una notte in hotel. Secondo le ricostruzioni della preparazione degli attentati dell’11 settembre. Si pensa che il giorno successivo, il 10 luglio 2001, i due si siano spostati in un covo sicuro a Tarragona, a pochi chilometri di distanza da Cambrils. Lì nei giorni successivi avrebbero pianificato l’attacco contro le Torri Gemelle.

A CAMBRILS IL TERRORISTA BIN AL SHIBH, OGGI DETENUTO A GUANTANAMO

Bin al Shibh, yemenita, 45 anni, è stato arrestato in Pakistan nel 2002 e portato a Guantanamo, dove tutt’oggi è detenuto, con l’accusa di essere stato uno dei più fondamentali facilitatoti degli attentati dell’11 settembre. Secondo le autorità statunitensi avrebbe dovuto prendere parte anche lui all’attacco alle Torri Gemelle, come dirottatore. Lo accusano anche di avere preparato un video da martire, che confermerebbe questa tesi. Tuttavia non riuscì a ottenere il visto per entrare negli Stati Uniti, ma il suo contributo agli attacchi dell’11 settembre non mancò: fu lui a trovare una scuola di volo per i dirottatori e fu sempre lui a organizzare le transazioni finanziarie per supportare gli attentati contro gli Stati Uniti in cui morirono quasi 3mila persone.

LEGGI ANCHE > La Cia aveva avvertito la Spagna del rischio attentati a Barcellona (e sulla Rambla)

Foto copertina: ANSA Tjerk Van Der Meulen/dpa