patrizia d'addario
|

Che fine ha fatto Patrizia D’Addario? Ora fa le orecchiette a domicilio

Indovina chi viene a cena. Non come ospite, ma come chef. Patrizia D’Addario indossa cappello e grembiule e si propone come cuoco a domicilio: è la nuova vita della donna che fece impazzire Silvio Berlusconi e che raccontò nel processo escort a Bari della notte di passione nel lettone regalato da Vladimir Putin. Dopo i tentativi nel mondo dello spettacolo, ora la D’Addario ha trovato tra i fornelli la sua nuova vocazione.

LEGGI ANCHE > Patrizia D’Addario: «Le mie due notti con Silvio Berlusconi»

PATRIZIA D’ADDARIO CHEF, LA SUA PROPOSTA

Il suo sito internet-vetrina (chefpatrizia.com) cerca di dare l’idea del servizio che Patrizia D’Addario desidera offrire ai suoi clienti. Non ha ancora un locale tutto suo, ma ha scelto la strada – sempre più battuta negli ultimi tempi – dello chef a domicilio: voi la contattate (nel sito c’è un indirizzo mail dedicato e un numero di telefono), lei vi risponde e vi propone un menu per ora molto corto, ma tutto basato sui prodotti tipici pugliesi.

guarda il video:

La proposta della D’Addario? Antipasti con bruschette e focaccine pugliesi, due primi piatti (riso fagioli e cozze e le immancabili orecchiette), secondi a base di braciole e polpette e dolci. Non un menu stellato, ma ricette semplici e facili da imparare in poco tempo. Del resto, come scrive la D’Addario nella mission del suo nuovo mestiere, l’importante è l’integrazione tra il lavoro di chef nelle case e la condivisione di video e foto sui social network: «Porterò  la cucina pugliese in giro per il mondo, cucinando le specialità della mia terra, durante eventi che si terranno in strutture pubbliche e/o private, barche e suggestive locations.
Coadiuvata dal mio staff che si occuperà della gestione del servizio ristorativo ed effettuerà riprese video e scatti fotografici che saranno caricati su questo sito e sui miei canali social».

PATRIZIA D’ADDARIO CHEF, CANALI SOCIAL POCO ATTIVI

Canali social che, però, al momento sembrano essere piuttosto fermi. Twitter e Instagram sono stati solo aperti, ma non ci sono cinguettii o foto pubblicate. La pagina Facebook, invece, è ancora a livello embrionale: è stata aperta già da un po’, ma i followers scarseggiano (al momento, sono soltanto 228). La sensazione è che passeranno tanti calici di vino e tanti bolliti di vitello prima che la D’Addario possa raggiungere le vette della cucina.

(foto via Fb Patrizia D’Addario)