cala biriola
|

In Sardegna arriva la prima spiaggia a numero chiuso

Cala Biriola, in Sardegna, sulla costa orientale è una spiaggia gioiello. Difficile da raggiungere via terra è più frequentata dagli amanti del gommone, in arrivo da Cala Gonone o da Santa Maria Navarrese. Qui il sindaco di Baunei, Salvatore Corrias, ha deciso di limitare gli accessi. Per preservarla. Il racconto di Nicola Pinna per La Stampa spiega al meglio la situazione:

Francesco e Antonella arrivano due minuti in ritardo. La spiaggia è già piena: i trecento fortunati di oggi sono arrivati
prima del solito. Tra i turisti si è sparsa subito la voce: alle 10,30 del mattino Cala Biriola è già piena. Gli operatori che controllano l’ingresso sono inflessibili: il limite imposto dal sindaco non si può sforare. Francesco e Antonella reagiscono con fair-play e rimettono in moto il loro gommone: «Anche ieri ci abbiamo tentato inutilmente. Ma non ci scoraggiamo. Torneremo domani. Ora sfrutteremo la giornata in un’altra delle calette di questa straordinaria costa».

LEGGI ANCHE > La classifica delle città più vivibili al mondo

«Per questo abbiamo deciso di limitare gli accessi – spiega al quotidiano il sindaco di Baunei, Salvatore Corrias – I sindaci della
Liguria hanno tentato istituire il numero chiuso nelle loro spiagge per gli ingorghi di autobus ai caselli autostradali. Qui la musica è più o meno la stessa, anche al mare non si arriva dall’autostrada. Anche qui c’è sempre l’ingorgo, ma in mare: troppe barche e troppa gente. C’è anche un problema di sicurezza». Questa cala è l’unica spiaggia a numero chiuso d’Italia, dopo lo stop del prefetto ai sindaci della riviera ligure.

Non lontano da qui c’è un’altra area con accesso limitato: è l’oasi di Biderosa, dove però il limite riguarda le auto. «Lo spazio, come vedete, è ridotto, ma in certi giorni qui sono arrivate 1500 persone – puntualizza il sindaco – La situazione rischiava di degenerare. Cosa accade se la spiaggia è affollata e dalla scogliera viene giù un masso, anche piccolo? Tra l’altro c’è anche un problema ambientale: questo è un ecosistema molto delicato, è un sito di interesse comunitario e anche per questo abbiamo stabilito il numero chiuso».

(foto copertina Comune di Baunei – Santa Maria Navarrese, FB)