regeni turisti
|

Regeni, ministero degli Esteri egiziano: «Bene ambasciatore, ora tornino i turisti italiani» | VIDEO

«Ora auspichiamo il ritorno del turismo italiano in Egitto». A dirlo il portavoce del ministero degli Esteri del Cairo, Ahmed Abou Zeid, in un’intervista alla tv privata Dream, dopo l’annuncio del ritorno dell’ambasciatore italiano al Cairo, allontanatosi per il caso Regeni (ancora senza uno straccio di giustizia). «Le relazioni italo-egiziane sono speciali e storiche sotto diversi aspetti, economico, culturale, e anche nel campo della politica», ha aggiunto Abou Zeid. Le sue parole sono destinate a far discutere specialmente dopo la smentita di Palazzo Chigi per l’inchiesta del New York Times che parla di precise responsabilità tra i servizi segreti egiziani (con il governo Renzi informato in parte dall’amministrazione Usa).

LEGGI ANCHE > COSA HA DETTO MASSARI SU GIULIO REGENI NELLA CONFERENZA FATTA DAL 5 STELLE TOFALO | VIDEO

Sul caso Regeni, ha detto il portavoce egiziano, «l’ultimo periodo ha dimostrato chiaramente che l’Egitto fornisce ogni forma di aiuto. C’è stata trasparenza totale nelle inchieste e ci sono contatti tra la procura generale egiziana e quella italiana». Parlando ancora del caso di Giulio Regeni e di quello dell’italiano arrestato a Hurghada con l’accusa di aver provocato la morte di un ingegnere egiziano, il portavoce ha sottolineato che «i casi di natura penale devono continuare a essere trattati nel loro quadro penale. Ciò che ha complicato le relazioni tra Italia ed Egitto è stato che durante questo periodo la vicenda (di Regeni, ndr) è stata trasformata da un caso penale a un affare politico. E abbiamo chiesto molte volte all’Italia di non fare questa confusione».

guarda il video: