saraahah
|

Già milioni di utenti sul social network Sarahah: cos’è e come funziona

Una svolta nel panorama delle applicazioni per smartphone sembra essere arrivata. Così, nel giro di un ridottissimo lasso di tempo, Sarahah sta conquistando le vette delle classifiche sui programmi più scaricati del pianeta per iOs e Android. Eppure l’applicazione creata poco più di tre settimane fa da da un analista petrolifero saudita per scambiare messaggi in modo anonimo celerebbe rischi simili a di Ask.fm, Secret, Yik Yak oppure Whisper. Scopriamo i motivi per i quali appassiona milioni di utenti.

SARAHAH: COS’È, COME FUNZIONA E COME ISCRIVERSI

Facile ed immediata, Sarhah ha l’obiettivo di mettere in contatto milioni di persone in maniera anonima creando un account in pochi passi (nome.Sarahah.com). Il passo successivo prevede la scelta di accettare o meno i commenti anonimi oppure solo quelli che riportino il nome e cognome dell’autore. Il progetto architettato dal saudita Zain al Abidin Tawfiq, un analista petrolifero, si lega all’idea di creare una piattaforma utile anche nel mondo del lavoro: ad esempio, consentendo ai dipendenti di esprimere propri giudizi liberamente nei confronti dei propri dirigenti. Non è difficile intuirlo dal nome, la cui traduzione araba di sarahah indica apertura, schiettezza, onestà.

SARAHAH: IL SUCCESSO DELL’APPLICAZIONE DEL FUMETTO ANONIMO

Nel giro di poco più di un mese, partita con pochissimi contatti, Sarahah si è spasa dall’Australia agli Stati Uniti passando per la Gran Bretagna e soprattutto per i mercati arabi e medio-orientali. Parte del successo è stato anticipato dal servizio inizialmente disponibile come sito, cioè in versione desktop. Da qui è iniziata l’esplosione in parallelo a Twitter, Instagram e Snapchat: in questi canali i ragazzini hanno iniziato a diffondere link e immagini che mostrano i commenti decisamente “senza peli sulla lingua” per vantarsi oppure per scherzare. L’immagine è quella di un fumetto su sfondo azzurro nel quale l’utente può inserire una o più frasi in sincerità gratuita.

SARAHAH: MESSAGGI ANONIMI AUMENTANO LA PAURA DEL CYBERBULLISMO

Leggendo i primi messaggi, ci si rende conto che talvolta lo sfogo potrebbe risultare offensivo oppure violento. Pertanto è già stato lanciato l’allarme sulle possibili conseguenze legate ad un uso improprio da parte dei minorenni. Fenomeni di cyberbullismo trovano terreno fertile negli ambienti anonimi e privi di controlli, tutele oppure di efficaci filtri per i messaggi della comunità. Le discussioni e le recensioni del servizio sui negozi digitali raccontano anche tale possibile pericolo di Sarahah.

 

(foto via Fb Sarahah official page)