Vigile del Fuoco
|

Il vigile del fuoco che appiccava incendi e poi li spegneva (in cerca di adrenalina)

Quello dei pompieri volontari che appiccavano le fiamme per incassare 10 euro all’ora per i loro interventi non è l’unico caso di roghi accesi da chi dovrebbe spegnerli. Era in cerca non di soldi ma di adrenalina un vigile del fuoco volontario che in Lombardia appiccava incendi per poi dare l’allarme e quindi intervenire con i compagni per spegnerli.

 

LEGGI ANCHE > I VOLONTARI DEI VIGILI DEL FUOCO CHE APPICCAVANO INCENDI PER GUADAGNARE SOLDI

 

VIGILE DEL FUOCO APPICCAVA INCENDI E LI SPEGNEVA IN CERCA DI ADRENALINA

L’uomo è stato filmato e denunciato dai carabinieri di Pavia. I militari si sono insospettiti per una serie di incendi circoscritti in una stessa zona. Si tratta di un volontario di 28 anni, che si è dimesso dal suo incarico. Ai militari ha detto che in Lomellina si verificavano pochi incendi e lui desiderava emulare gli interventi di una nota serie tv sui vigili del fuoco ambientata negli Stati Uniti, di cui era appassionato. Il giovane vigile del fuoco era in servizio al distaccamento di Robbio Lomellina. Stando a quanto riferito ai carabinieri appiccava fuochi non tanto per incassare la piccola retribuzione prevista in caso di intervento operativo ma soprattutto per provare l’adrenalina di arrivare sul posto a sirene spiegate e quindi per emulare i suoi idoli, i protagonisti della serie tv. In effetti provare quella adrenalina capita molto raramente nella zona di competenza del distaccamento volontario di Robbio, un territorio pianeggiante e senza boschi, tutto coltivata a riso.

(Foto: un vigile del fuoco al lavoro sul Vesuvio. Credit: ANSA / CESARE ABBATE)