Gianluca Vacchi
|

Gianluca Vacchi pensa positivo sui debiti: «Mio successo sui social sarà studiato a scuola »

Gianluca Vacchi

pensa positivo sui debiti. L’imprenditore con 11 milioni di follower su Instagram ha concesso una lunga intervista al Quotidiano Nazionale, in cui affronta il pignoramento dei suoi beni per 10 milioni di euro deciso da BPM. Vacchi spiega così quanto avvenuto nel corso di un colloquio con Cristina Degli Esposti

GIANLUCA VACCHI PARLA DEI DEBITI E DEI SUOI PIGNORAMENTI

 

«È qualcosa che accade a migliaia di risparmiatori oggi».
In che senso?
«A prescindere dall’entità patrimoniale di ognuno di noi, se i tuoi consulenti ti dicono che ci sono state delle irregolarità nel conteggio degli interessi, mi sembra normale voler far chiarezza. E si è arrivati al contenzioso».
Ma nel frattempo la banca ha proceduto coi pignoramenti.
«Che sono oggetto di mio reclamo e non riguardano né ville, né barche. L’istituto ha messo in campo i suoi strumenti, io pagherò se e nella misura in cui il tribunale riterrà. Su questo non si discute».

Vacchi rimarca come in passato abbia avuto debiti per centinaia di milioni di euro che poi ha sempre onorato, riferendosi alla sua carriera da imprenditore, abbandonata ormai da tanto tempo, e di esser molto sereno visto che ha un patrimonio da 500 milioni di euro. L’imprenditore nega di esser in un crac finanziario, rimarcando di aver ricevuto migliaia di offese per questo.

LEGGI ANCHE > GIANLUCA VACCHI RISPONDE ALLE IRONIE E ALLE OFFESE CON UNA CANZONE | VIDEO

GIANLUCA VACCHI SI DICE FIERO DEL SUO SUCCESSO SUI SOCIAL

L’imprenditore, nel colloquio con QN, spiega il suo successo sui social media con la sua naturalezza: «Non ho maschere, non ho costruito un personaggio virtuale che differisce dal reale. I social mi hanno solo aumentato la platea. Il problema è sociologico: i giovani vivono in un vuoto emulativo». Gianluca Vacchi rimarca come i più giovani apprezzino la sua coerenza e la sua sincerità nell’esibire la sua personalità, negando le accuse di aver comprato pacchetti di fan. Smentite a suo dire dai record di visualizzazioni dei suoi video, e dall’altissimo engagement dei suoi post. Vacchi si dice particolarmente fiero della sua attività sui social media, spiegando come tra 30 anni il suo successo su Instagram e Facebook sarà studiato a scuola.