Làbas
|

Bologna, sgomberato il centro sociale Làbas: le forze dell’ordine colpiscono e trascinano via i manifestanti | VIDEO

Scene di ordinaria follia, in pieno centro a Bologna. L’ex caserma Masini, di proprietà della Cassa Depositi e Prestiti, occupata dal centro sociale Làbas è stata sgomberata questa mattina intorno alle 8. E non sono mancati momenti di altissima tensione tra manifestanti e forze dell’ordine. La polizia, infatti, è intervenuta con la forza per allontanare e disperdere le persone che si erano radunate sin dalle prime luci dell’alba davanti all’edificio occupato.

GUARDA LE IMMAGINI DELLO SGOMBERO DEL LÀBAS

In tutto, i manifestanti erano una sessantina. La maggior parte si trovava all’esterno della struttura occupata, mentre una decina di ragazzi si è barricata all’interno. Nei video pubblicati sui social network, si vedono i membri del centro sociale seduti a terra con le braccia alzate, tra le nuvole arancioni dei fumogeni. Alcuni esponenti della polizia (in borghese e in divisa) cercano di aprirsi un varco nel manipolo di manifestanti trascinando sull’asfalto alcuni di loro.

GUARDA LE IMMAGINI DELLO SCONTRO TRA MANIFESTANTI LÀBAS E POLIZIA

Dopo le prime schermaglie e alcuni insulti verbali gridati al megafono, sono partite le manganellate e la tensione si è fatta sempre più alta. A operazione di sgombero ultimata, durante la fuga, i manifestanti avrebbero bruciato alcune balle di fieno utilizzate a mo’ di trincea nelle prime ore di questa mattina.

La vicenda del centro sociale Làbas ha alcuni aspetti differenti rispetto a quelle che riguardano gruppi più estremi. La Cassa Depositi e Prestiti, titolare dello stabile occupato, si era dimostrata sensibile alla permanenza degli attivisti, così come alcuni settori dell’amministrazione comunale. Addirittura, il centro sociale Làbas aveva dato i natali politici a due esponenti di Coalizione Civica che oggi siedono in consiglio comunale.

L’azione delle forze dell’ordine ha ricevuto molte critiche sui social network. La Fiom di Bologna ha parlato di «vigliaccata», mentre Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana ha parlato di «Sgombero assurdo e inaccettabile, manganelli contro chi apre spazi e cura beni comuni» e ha annunciato che chiederà conto in Parlamento dell’azione della polizia.

(FOTO da account Twitter @unoscribacchino)

TAG: Bologna, Làbas