Gessica Notaro Delfinario Rimini
|

Delfinario di Rimini chiude, Gessica Notaro lavorava lì: «Ho di nuovo perso tutto». E sui social la insultano

Il Delfinario di Rimini chiude, dopo una lunga vicenda giudiziaria di cui è stato protagonista. Si tratta del luogo di lavoro di Gessica Notaro, la ragazza sfregiata con l’acido dall’ex fidanzato Eddy Tavares. Sarà una delle sette persone che non potranno più prestare i loro servizi nella struttura. Dopo la comunicazione della notizia, la ragazza ha scritto un post su Facebook per manifestare il suo disappunto: «Dico addio ai miei piccoli per colpa della burocrazia – ha scritto la Notaro dopo aver pubblicato una foto in cui viene immortalata insieme ai due leoni marini che seguiva -. Ho di nuovo perso tutto».

LEGGI ANCHE > Gessica Notaro pubblica il suo primo selfie su Instagram

GESSICA NOTARO DELFINARIO RIMINI, IL POST SU FACEBOOK

La vicenda del Delfinario di Rimini è decisamente controversa ed è giunta a un punto di svolta fondamentale. L’ammodernamento della struttura era stato portato avanti senza i permessi necessari e, pertanto, sono stati considerati abusivi. Lo ha spiegato bene l’assessore alle Attività economiche di Rimini Jamil Sadegholvaad che ha dichiarato: «Si tratta di una conclusione obbligata di una vicenda vecchia di anni e che ha subito una netta accelerazione pochi anni fa con l’intervento e i sequestri disposti dalla magistratura».

GESSICA NOTARO DELFINARIO RIMINI, LE OFFESE SUI SOCIAL

Un atto dovuto, dunque, che ha avuto come inevitabile strascico quello di far perdere il lavoro ai dipendenti della struttura, proprio come Gessica Notaro. Ecco il motivo del suo sfogo su Facebook che, a quanto pare, non è piaciuto a molti. La sua pagina, infatti, è stata in poco tempo inondata da commenti decisamente aggressivi, che nulla hanno a che fare con la vicenda del delfinario di Rimini. «Sei la donna Ciclope», «Sei Polifemo», «Ti sei meritata l’acido»: sono soltanto alcune delle ingiurie che la ragazza ha dovuto subire.

Per questo motivo, ha deciso di avviare le azioni legali attraverso i suoi avvocati Fiorenzo e Alberto Alessi. «Le offese e le minacce sono diventate insostenibili – ha detto Gessica Notaro -. Queste persone accusano me e i miei colleghi del Delfinario di Rimini di essere degli aguzzini per i leoni marini, invocano presunte violenze nei confronti degli animali, e poi usano loro stessi la violenza per insultarci. In che mondo viviamo?».

Anche il sindaco di Rimini Andrea Gnassi ha voluto manifestare la propria solidarietà nei confronti di Gessica: «Va respinto senza alcun indugio l’attacco verbale subito da Gessica Notaro da parte di qualche ‘galantuomo’ che frequenta i social solo per diffondere il veleno dell’odio».