petizione vaccini
|

La petizione da 75mila firme contro i vaccini «che hanno il volto della morte»

La legge che ha reso obbligatori i vaccini è andata in porto, ma non si placano le polemiche dei genitori che, dal primo momento, non l’hanno condivisa. Su Change.org, una petizione rivolta alla Corte Costituzionale per l’abolizione della legge, ha raggiunto quasi le 75mila firme. Ma alcuni aggiornamenti della petizione stessa assumono toni decisamente aggressivi e con uno scarso riscontro nella realtà.

LEGGI ANCHE > Imposimato attacca Glaxo che produce vaccini: «Condannata, nessuna credibilità»

PETIZIONE VACCINI, LA LETTERA DEI GENITORI

Due genitori hanno firmato una «lettera al proprio figlio» che mette in luce alcuni concetti forzati e complottisti e che, in diversi passaggi, dà davvero l’impressione di essere sfuggita dal controllo di chi scrive. Nella lettera, infatti, si parla dei «vaccini che hanno il volto della morte», di quelli «pieni di metallo pesante che renderanno la vita del figlio un calvario pieno di malattie», dei bambini che diventano «vittime degli esperimenti genetici della Glaxo».

In un paragrafo di un post molto lungo si legge: «Non permetterò a nessuno di fiaccare il tuo sistema immunitario per sempre. Il morbillo, la rosolia, la pertosse e la varicella – ricordatelo amatissimo figlio mio – sono l’esame di maturità del tuo sistema immunitario. Tali malattie devi prendertele per trasmettere geneticamente gli anticorpi ai tuoi figli. Altrimenti le prossime generazioni diventeranno così gli zombie della Orwelliana dittatura globale del New World Order».

PETIZIONE VACCINI, L’APPELLO AI MAGISTRATI E AL PAPA

La lettera, poi, chiede l’intervento dei magistrati e della Corte Costituzionale, citando anche una frase del giudice Ferdinando Imposimato che, nei giorni scorsi, ha animato il movimento dei free-vax. Ma non basta: i genitori si chiedono anche «perché il Papa tace, di fronte a questa strage degli innocenti compiuta in nome del dio denaro» e rivelano la loro intenzione di denunciare il ministro Beatrice Lorenzin e l’ex premier Matteo Renzi alla Corte penale dell’Aja per crimini contro l’umanità.

LEGGI ANCHE > I free-vax circondano l’auto di un parlamentare e ci sputano sopra | VIDEO

Insomma, nelle parole di questi genitori (che terminano con la frase «ci uccideranno tutti, non permetterò alla polizia in nero di sottrarti al nostro eterno amore per consegnarti al gulag delle vaccinazioni coercitive») si rispecchia tutta la violenza intravista in alcune azioni dimostrative contro il ministro della Salute e contro alcuni parlamentari nei giorni della discussione della legge in Parlamento.