|

La protesta in barca contro la nave fascista anti-migranti | VIDEO

Decine di imbarcazioni come canoe e barche a vela contro la nave fascista anti-rifugiati. È la protesta che ha avuto luogo il 29 luglio a Catania. Cittadini, sindacati, migranti, e attivisti sono scesi in acqua hanno simbolicamente bloccato l’accesso alla nave dei movimenti di destra europei (la piattaforma estremista ‘Defend Europe’) C-Star, chiedendo una chiusura del porto alle autorità locali e a tutte le città europee. Dalle barche è spuntato uno striscione di 16 metri con la scritta «Stop the attack on refugees» («Fermate l’attacco ai rifugiati»).

 

LEGGI ANCHE > E Instagram ‘sponsorizza’ Mussolini | GALLERY

 

A CATANIA DECINE DI BARCHE CONTRO LA NAVE FASCISTA ANTI-MIGRANTI

L’azione è stata seguita da un minuto di silenzio per mettere in guardia verso le vittime che la C-Star e nuove politiche di migrazione in Italia e nell’Unione Europea potrebbero causare. «Queste barche – ha affermato Luca Nicotra, Senior Campaigner di Avaaz – sono il volto umano dell’Europa che oggi decide di farsi vedere. I cittadini di Catania mostrano che sono pronti a resistere ai razzisti che solcano i nostri mare. Ora il Governo italiano e tutti i governi europei trovino una soluzione umana alla crisi umanitaria in corso a largo delle nostre coste».

(Immagine: frame da video)