virginia raggi
|

E Virginia Raggi ‘minaccia’ il suo assessore

Il caso dell’Atac, l’azienda municipalizzata romana dei trasporti oberata dai debiti, sta avendo (come facilmente prevedibile) forti ripercussioni politiche. La sindaca Virginia Raggi si scontra in queste ore con l’assessore al Bilancio Andrea Mazzillo, che in un’intervista ha criticato duramente nomine e decisioni calate dall’alto, assunte più dai vertici del Movimento 5 Stelle che dal Campidoglio. La prima cittadina, come raccontano stamane i principali quotidiani riportando il contenuto di conversazioni di chat riservate, sta tentando di riportare l’ordine nella sua amministrazione con dei diktat.

VIRGINIA RAGGI E LO SCONTRO CON L’ASSESSORE AL BILANCIO ANDREA MAZZILLO

«Come ho ribadito questa mattina agli assessori, nessuno ha la pistola puntata alla tempia», è una delle affermazioni attribuita alla Raggi da Repubblica in un articolo a firma di Giovanna Vitale. E ancora: «Devi smentire subito», avrebbe riferito la sindaca a Mazzillo dopo aver letto le sue dichiarazioni. «Fallo altrimenti sei fuori», avrebbe detto la prima cittadina all’assessore presentandogli le due alternative. Mazzillo avrebbe anche provato a spiegare che la sua posizione non è cambiata, che ha sempre esposto quello stesso parere, ma Raggi non sembra indietreggiare di un passo. Dando vita ad un braccio di ferro. Né l’uno né l’altra intendono cedere.

 

LEGGI ANCHE > Gli sms di Matteo Renzi a papà Tiziano: «I tuoi amici mi fanno vomitare»

 

L’insofferenza di Mazzillo riguarda la scelta di uomini nell’amministrazione grillina effettuata su indicazione di Davide Casaleggio, come quella dell’imprenditore veneto Massimo Colomban, assessore alle partecipate pubbliche che a giugno ha lasciato la giunta. Malumori che alimentano una sorta di guerra tra bande. Mauro Evangelisti sul Messaggero ricorda che presto andranno fatte nuove nomine e ogni assessore vuole coltivare il proprio orticello. Le parole di questi giorni del dg di Atac Rota hanno aggravato la situazione perché hanno dimostrato che tra i consiglieri M5S c’è qualcuno che fa pressioni e raccomandazioni. Mentre la base resta delusa. E la Raggi corre ai ripari: «Stiamo tutti lavorando per questa città, dal sindaco fino al consigliere municipale. A tutti i componenti della mia squadra di consiglieri e di giunta dico infatti di non distrarsi dal lavoro alimentando sterili polemiche. Chi preferisce polemizzare si mette da solo fuori dalla squadra». Un messaggio per Mazzillo. Ma non solo per lui.

(Foto da archivio Ansa. Credit: Andrea Ronchini / Pacific Press via ZUMA Wire)