|

Irene, sbattuta in prima pagina perché straniera (ma in realtà è italiana)

«Invasione straniera». Chissà che effetto fa alzarsi la mattina, andare dall’edicolante di fiducia e scoprire il tuo bel visino in prima pagina. Così, in grande, tu in una festa, con le tue amiche, sbattuta in prima pagina per un pezzo in cui si parla della paura terrorismo sul mercato del turismo di Viareggio.

la nazione viareggio

Succede a Irene, nata e cresciuta a Pisa, cittadina italiana per nascita (che si sente italiana come tale). La ragazza è finita nella prima pagina de l’edizione de La Nazione di Viareggio. Ma Irene non si è persa d’animo. Ha scritto una lunga lettera, sui suoi social, rivolta al quotidiano e ai suoi lettori. Il suo post, che riproponiamo qui sotto, è diventato virale.

Gentilissima redazione de La Nazione (cronaca Viareggio – La Nazione),

mi è stato segnalato che sulla prima pagina del Vostro giornale è stata pubblicata una foto con me e le mie amiche affiancato dal titolo “INVASIONE STRANIERA”.
Vorrei solo consigliarVi di controllare attentamente chi siano i soggetti prima di pubblicare una foto in prima pagina e scrivere titoli ad effetto.
Nella foto in questione, per l’appunto, sono ritratte tre ragazze italiane.

Questo episodio denota una preoccupante superficialità mista a pregiudizi che inducono spesso le persone in errore e sono causa di molte incomprensioni.
In questo caso una semplice disattenzione e/o mancanza di accuratezza, a mio parere grave per una importante testata giornalistica come la Vostra, puó manifestare, anche solo inconsciamente, idee fuorvianti e superficiali al di fuori di questo contesto.

Nata e cresciuta a Pisa, cittadina italiana per nascita, mi considero e mi sento italiana. Le uniche persone che mi han fatto sentire spesso “diversa” o mi hanno definita STRANIERA sono sempre state gli altri.

Ancora oggi, nel 2017, Vi chiedo per cortesia di non soffermarVi solo sul colore della pelle o la forma degli occhi prima di proferir parola.
Che poi, alla fine, davvero esiste ancora il concetto di “straniero”?

Spero che questo messaggio possa semplicemente alimentare lo spirito critico di chi sta leggendo le mie parole con la speranza di sensibilizzare le persone in merito a temi cosí delicati.

Buona serata a tutti,

(qui la lettera di Irene)